3 visite 1 commenti

Titan Souls Recensione

Davide e Golia dei giorni nostri

il 23 aprile 2015 (12:00) di
 

Ci sono perle videoludiche del passato difficili da dimenticare, gioielli scoperti a volte per caso e che si rivelano esperienze esaltanti e commoventi al tempo stesso, cose che fanno ben capire il motivo per il quale i videogiochi vengano considerati ormai come vere e proprie forme darte: Shadow of the Colossus è stato al tempo tutto questo per chi scrive queste righe, titolo che mi ha spinto ad acquistare Playstation 2 e godermi uno degli spettacoli videoludici più belli di sempre. Spesso i capolavori non vengono compresi a livello commerciale, vendono poco ma restano nei cuori di chi li ha saputi scoprire ed apprezzarechissà cosa diremo tra qualche anno del curioso lavoro svolto dal team di sviluppo indipendente Acid Nerve? Spesso ci ritroviamo a cercare concept complessi, un gameplay pieno di sfaccettature e molto altro in un gioco, e a volte capita di rendersi conto che potrebbe bastare ben poco per creare qualcosa che sia in grado di divertire davvero. Come fare per scoprirlo? Non ci resta che recuperare il nostro arco, la nostra magica freccia e percorrere le solitarie lande di Titan Souls.

LA TERRA DEI GIGANTI

Esattamente come accadeva nel già citato Shadow of the Colossus, gioco che chiaramente ha ispirato gli sviluppatori, anche qui vestiremo i panni di un solitario avventuriero senza nome, senza una storia particolare ed armato con un arco ed una singola freccia: la nostra missione è vagare per misteriose terre deserte e costellate da ciclopiche costruzioni risalenti (probabilmente) ad una lontana era e cercare gli unici esseri viventi che si trovano lì. Non si tratta di comuni persone, poichè quei territori sono abitati esclusivamente da sfuggenti ed enormi titani, creature antiche che dovremo stanare ed ingaggiare in tremendi duelli dove la minima2015-04-16_00001 distrazione potrebbe costarci la vita.

Titan Souls ci mette di fronte sin dai primi momenti ad una sfida ardua, ai limiti dellimpossibile: combattere contro enormi esseri virtualmente invulnerabili, in grado di ucciderci nei peggior modi (di solito schiacciandoci orrendamente sotto pesi tremendi) con un semplice toccoma dopo le prime morti inizieremo inevitabilmente a capire qualcosa. Questo titolo mette il giocatore a confronto con singoli nemici potentissimi e letali ma presto capiremo i loro movimenti, i loro attacchi e soprattutto individueremo il loro punto debole, solitamente ben nascosto oppure difficile da raggiungere con attacchi convenzionali: passeremo dal totale senso di smarrimento dei primi scontri allesaltante sensazione di aver superato un ostacolo apparentemente insormontabile quando la nostra freccia colpirà duramente, nel punto giusto e nel momento giusto. Dalla nostra parte avremo la grande agilità dello sconosciuto protagonista, che con corse e rotolamenti ci metterà in condizione di schivare i tremendi attacchi dei nostri avversari: lunica arma a nostra disposizione è un arco con una misteriosa freccia letale e dotata di strani poteri, che una volta scagliata potrà ritornare nelle nostre mani tenendo premuto il tasto di attacco; questa semplice combinazione di tasti riesce a creare un gameplay molto interessante e pieno di variazioni, che ci costringerà a spremere le meningi ed essere creativi nellutilizzare le nostre limitate abilità.

Titan Souls mette in tavola un gameplay assolutamente privo di pietà, molto impegnativo dove la perseveranza, lo spirito di osservazione ed i riflessi con i comandi valgono più di qualunque strategia appianata con cura prima dello scontro: in tutto questo, il giocatore più stagionato potrebbe trovare notevoli somiglianze con il già citato Shadow of the Colossus e lispirazione sicuramente cè, anche se questo titolo si differenzia dal capolavoro targato Team Ico per molti aspetti di gameplay. Moriremo molte volte, è praticamente certo e fa parte dellanima intriseca di questo gioco con una meccanica trial and error che potrebbe non piacere a tutti, soprattutto a chi non piace provare e riprovare molte volte la stessa sfida prima di venirne a capo: tuttavia un giocatore dotato di perseveranza e desiderio di superare i propri limiti troverà grande sfida e grande appagamento mentre avanza un sofferente passo alla volta nelle enormi e deserte terre di Titan Souls.

LOOK DA TITANO

Oltre ai combattimenti con i giganteschi nemici, il gioco offre uninteressante e ben realizzata fase esplorativa con la quale potremo rilassare la nostra mente e le nostre dita fino al prossimo scontro: i territori sono ampi ed arricchiti con alcune zone segrete da scoprire titan soulsche stuzzicheranno linteresse di chi apprezza il vagabondare per terre selvagge alla ricerca di qualcosa nascosto. Il supporto controller è caldamente consigliato per godere appieno dellesperienza di gioco, e Titan Souls supporta sia il joypad Playstation sia la controparte Xbox (purtroppo nessun supporto per joypad USB generico) per permetterci di schivare qualche morte in più grazie alla maggior reattività di un sistema di controllo più agile rispetto alla tastiera.

A livello grafico il gioco è contraddistinto da uno stile assai particolare, che mescola abilmente unanima pixellosa ad animazioni ed effetti ben realizzati: il mondo è ampio e ci si sente veramente piccoli vagabondi in una terra gigantesca come i titani che la abitano, posto ovviamente che uno stile grafico retrò sia apprezzato dal giocatore. A livello sonoro Titan Souls si innalza ancora di più regalando sonorità sognanti e molto interessanti, perfettamente integrate nellambientazione e complici del look grafico nella creazione di unatmosfera che ci immerge in un mondo lontano, antico e pieno di mistero: durante le fasi esplorative saremo accompagnati da temi musicali rilassanti, mentre durante i combattimenti mortali contro i titani verremo caricati da ritmate musiche di battaglia sempre diverse tra loro, ciascuna dedicata ad ogni nemico.

Un gioco bello da vedere e da vivere, ma per quanto tempo? Purtroppo il maggior difetto di Titan Souls è proprio nella longevità: ci basterà una manciata di ore (dopo liniziale fase di apprendimento) per completare questa bella ed impegnativa avventura.


Iscriviti al canale di G969:


FacebookRedditPocketPrint


Commento finale
 

Titan Souls è un gioco che si ama per quello che rappresenta: una pura sfida, esteticamente bella e caratterizzata con cura, che spinge l'abilità del giocatore fino all'estremo. Non esiste un modo regolare per avvicinarsi a questo gioco, si potrebbe odiare o amare con la stessa facilità ma chi apprezza un titolo impegnativo per i propri riflessi e per la propria capacità di osservazione, resterà certamente affascinato dall'ottimo prodotto targato Acid Nerve. Nonostante il gioco risulti un pò troppo breve a conti fatti, le ore spese a combattere contro i terribili titani resteranno certamente nella memoria dei giocatori abbastanza coraggiosi da accettare la sfida.

Il Gioco
 
Piattaforma
Sviluppatore

Acid Nerve

Publisher

Devolver Digital

Data di uscita

14 Aprile 2015

Pro

- Intrigante, pieno di fascino
- Gameplay con alto tasso di sfida
- Esteticamente molto piacevole

Contro

- Troppo breve
- Chi non è perseverante non lo apprezzerà

Redazione
Il voto di G969
8.0


Per maggiori informazioni su questo voto leggi la nostra policy sulle recensioni
  • http://www.game969.com/ Sergio Grazzini

    Visto che sto fondendo il PC con Sunless Sea ed Elite, mi sa che me lo prenderò sicuramente per PS4! :D