69 visite 0 commenti

Shuttle Barebone XPC SH97R6 Recensione

Potenza e design compatto al servizio del PC Gamer

il 28 giugno 2015 (21:06) di
 

Il mercato dei mini PC è in grande fermento da quando le necessità dellutente medio si sono rivolte a dispositivi dal volume sempre più ridotto. Multimedialità, potenza e affidabilità sono le tre parole chiavi principali con cui spesso ci si affaccia allacquisto, tenendo in conto, ovviamente, la possibilità di un risparmio in grado di sposare il sempre più popolare compromesso fra qualità e investimento economico.

Shuttle, azienda con sede a Taiwan fondata nel 1983, ha sempre creduto nella potenzialità di queste soluzioni all-in-one,  e ci presenta oggi un prodotto che per potenzialità, design e costo potrebbe tranquillamente essere declinato ad una configurazione ufficio come ad una ambitissima postazione gaming di nuova generazione. LSH97R6 della serie XPC è infatti un barebone compatto e dal design moderno compatibile con processori di quarta generazione di tipo Haswell e Haswell Refresh. Le sue piccole dimensioni potrebbero far pensare ad una soluzione poco declinabile alle configurazioni hardware più esose, ma la realtà è che il piccolo bolide Shuttle ha spazio per tutto, ma proprio tutto ciò che concerne un PC fisso di ultima generazione, comprese le schede grafiche di grandi dimensioni a doppio slot.

shuttle-logo

Lalluminio che ricopre il chassis, delle contenutissime dimensioni di 33.2 x 21,6 x 19.8 cm, è di unelegante colore scuro e sposa perfettamente il design pulito e dalle linee nette che contraddistingue la serie XPC di Shuttle. A differenza del solito acciaio, il materiale scelto può contare su diversi vantaggi, come una migliore conducibilità termica e un rapporto fra peso e solidità semplicemente perfetto. Sui lati sono presenti delle feritoie che permettono al calore proveniente dallinterno di disperdersi senza affaticare troppo i componenti.

Sulla parte frontale del chassis sono presenti, oltre al tasto per laccensione, ben due pannelli a scomparsa che celano una serie di connettori da 3,5mm per microfono e cuffie e 4 porte USB di cui 2 di tipo 3.0.Volendo possono essere implementate unità di lettura memorie magnetiche da 5,25 e un lettore dvd/bluray, ma come da tradizione Shuttle, la libertà di personalizzazione della propria macchina sono talmente tante che non cè da stupirsi di nulla. Sul retro troviamo altre 4 connettori USB, 2 USB 3.0, una porta eSATA, ben due entrate display port, una HDMI e una porta gigabit LAN RJ-45. I due connettori PCI-Express permettono linclusione di due schede o di una grande scheda video a doppio slot.

eeevolution-shuttle-SH97R6

Essendo un barebone, ovviamente il prodotto Shuttle non è accompagnato da un processore di serie, lettore ottico, memoria RAM o scheda grafica. Ovviamente tutte le viti presenti sul dispositivo sono di tipologia tool free e possono essere rimosse senza lausilio di strumentazione dedicata, promuovendo così una veloce diagnostica fai-da-te nel caso si volesse mettere mano velocemente alla configurazione hardware. Diamo laddio a cacciaviti e inutili imprecazioni e abbracciamo la causa di Shuttle e del suo barebone del futuro!

Qui trovate le liste relative a tutti i componenti supportati in ambito RAM e VGA, mentre qui trovate la lista dei processori compatibili.

Nel bundle che include il piccolo, ma interessantissimo barebone sono tuttavia inclusi due connettori SATA, la mascherina di protezione del socket CPU, della pasta termica pronta da applicare sul processore, un disco contenete i driver base e delle viti per montare periferiche. Ovviamente un foglio illustrativo aggiunge la sicurezza di essere completamente guidati nella personalizzazione della propria macchina dei sogni.

Una volta rimosso il telaio superiore, lSH97R6 presenta una ventola da 92mm, il cestello per dischi fissi e lettori ottici e il contenuto che si limita a scheda madre, sistema di dissipazione e alimentatore. Lalimentatore di serie supporta fino a 300W, ma volendo è possibile ordinare sul sito Shuttle un modulo supplementare da 500W che permetta linclusione di periferiche più affamate dal punto di vista dei consumi. La scheda madre utilizza uno standard proprietario e pur non eccellendo e non permettendo loverlock è sicuramente unottima base da cui partire per la personalizzazione della propria macchina, sia questa destinata al gaming o al solo utilizzo per ufficio.

motherboard

Come potete notare dalla rappresentazione fornita, non è possibile montare schede grafiche di tipo custom da due slot e mezzo, ma per quanto riguarda le misure potete stare certi che la vostra fiammante NVIDIA GTX 970 potrà fare il suo trionfale debutto allinterno del telaio. Abbiamo potuto testare la macchina per diverse settimane e pur affollando ne il contenuto dellelegante chassis con più dischi fissi, ssd, lettori ottici e una PALIT GTX 670 JETSTREAM, le performance si sono dimostrate ottime e la rumorosità praticamente ridotta al minimo.

Nel caso voleste tentare un primo approccio alla configurazione fai-da-te sappiate che Shuttle ha pensato proprio a tutto, proponendo una pagina web da cui è possibile creare la propria macchina dei sogni partendo proprio dal suo barebone di serie.


Iscriviti al canale di G969:
Dettagli tecnici:
Processore: Famiglia processore Intel
Numero di processori supportati: 1
Processori compatibili: Core i3, Core i5, Core i7, Core i7 Extreme Edition
Socket processore: Socket H3 (LGA 1150)
Litografia processore: 22 nm
Chipset scheda madre: Intel H87
Tipo di slot di memoria: DIMM
Numero di slot di memoria: 4
RAM massima supportata: 32 GB
Velocità di memoria supportate: 1333, 1600 MHz
Tipi di memoria supportati: DDR3-SDRAM
Sistema audio 7.1, HD
Quantità porte USB 3.0: 4
Quantità porte USB 2.0: 6
Quantità porte HDMI: 1
Microfono, spinotto dingresso: Si
Uscite per cuffie: 1
Quantità porte Ethernet LAN (RJ-45): 1
Porta DVI: Si
Porta uscita S/PDIF: Si
Quantità di porte eSATA: 1
Peso: 3,5 kg
Alimentazione 300W (opzionale 500W)

Ringraziamo Shuttle per averci fornito il materiale per la recensione.


FacebookRedditPocketPrint


Commento finale
 

Ci sentiamo quindi di poter parlare dello Shuttle Barebone XPC SH97R6 come di un prodotto assolutamente all'altezza delle aspettative di chiunque voglia e possa permettersi di creare una propria configurazione vincente o semplicemente crearsi la propria steam machine dei sogni in attesa che Valve e i propri partner lancino sul mercato le loro proposte. Quel che è certo è che se non si vuole perdere troppo tempo nella gestione della componistica interna e se non ci si vuole lanciare in overlock selvaggi, questa piccola macchina dei desideri firmata dall'azienda di Taiwan rappresenta un'ottimo trampolino di lancio per la coltivazione dei propri desideri di gloria a cavallo di risoluzioni 4K fra The Witcher 3 e Grand Theft Auto V.

Il Gioco
 
Piattaforma
Genere
Sviluppatore

Shuttle

Publisher

Shuttle

Data di uscita

Già disponibile

Pro

- Ottimo compromesso fra design e riduzione dell'ingombro
- Compatibile con gli ultimi processori Haswell
- Silenziosissimo

Contro

- Dimenticate overlock e schede video da più di due slot

Redazione
Il voto di G969
9.5


Per maggiori informazioni su questo voto leggi la nostra policy sulle recensioni