Scelto dalla redazione
1323 visite
FacebookTwitterGoogle+RedditLinkedInPocket
3 commenti

Shovel Knight Recensione

il 26 giugno 2014 (14:00) di @NeatWolf
 

ShovelKnight02Shovel Knight, perchè il cavaliere con spada e scudo è troppo mainstream!

Annunciato il 17 Marzo 2013, Shovel Knight è il primo gioco sviluppato dalla Yacht Club Games. Approdato su Kickstarter con una richiesta iniziale di 75.000 dollari, ha riscosso in poco tempo un successo tale da rendere necessaria laggiunta di parecchi stretch goals per far fronte alla domanda e al supporto sempre crescente. A fine funding, Shovel Knight ha accumulato ben $311.502 grazie ai suoi sostenitori, ossia circa il 400% della richiesta iniziale. La Yacht Club Games, durante lo sviluppo del gioco, ha più volte posticipato la data di uscita, sino allattuale 26 Giugno 2014.
Come dicono su Kickstarter:

Our team is comprised of top talent that has worked on some amazing titles, including Contra 4, A Boy and His Blob, Thor: God of Thunder, Mighty Milky Way, BloodRayne Betrayal, and most recently, Double Dragon Neon.This is our maiden project as Yacht Club Games, which means we are determined to impress. https://www.kickstarter.com/projects/yachtclubgames/shovel-knight

Lhype è salita a ogni posticipazione, Shovel Knight riuscirà davvero a impressionarci?

Shovel Justice!

ShovelShot02_croppedShovel Knight si apre con una sequenza di immagini in dissolvenza, squisitamente in stile 8bit, che ci accompagna nella narrazione dellantefatto. Shovel Knight e Shield Knight stavano esplorando la Torre del Destino, quando qualcosa successe a causa di un amuleto maledetto, e Shovel si svegliò fuori dalla torre, senza la sua compagna di battaglie. La torre era però sigillata, nessuna maniera per accedervi; rimaneva tra le sue mani solo lelmo di Shield.
Mentre il nostro protagonista si era ritirato a vita solitaria per badare al suo orto, lIncantatrice, alla guida del suo Ordine Senza Quartiere, iniziò a invadere le lande. E lingresso alla torre tornò magicamente ad aprirsi. A questo punto prenderemo subito controllo di Shovel Knight in un piccolo e pacifico villaggio, ma, come vedremo dalla mappa principale, si tratterà di un piccolo punto di serenità circondato da un mare di locazioni irte di pericoli.
Shovel Knight non avrà né pace né tregua, nemmeno durante il sonno, con in mente ununica missione: riportare la pace e tornare a essere il campione della landa assieme a Shield Knight.

ShovelWhatIsThis

Shovel Knight è un platform 2D che ci presenta un mashup di gameplay tratti da Castlevania, Super Mario, Duck Tales, Megaman e Dark Souls.

Come prevedibile, larma principale delleroe è una pala, che verrà utilizzata alternativamente come arma o come strumento per scavare. Tutto ruota attorno alla pala: il gameplay, i nemici, le battute nei dialoghi, i livelli e, ovviamente, il titolo stesso del gioco. Come in Duck Tales, potremo direzionarla verso il basso come un pogo per rimbalzare tra i vari nemici e ostacoli oppure utilizzarla come una spada. Più avanti nel gioco potremo anche potenziare i suoi attacchi, in modo da sbloccare nuove strade o nuovi percorsi, e offrire così qualche possibilità di backtracking nei livelli. Anche armatura, salute e magia si potranno potenziare. capture9
Come sarebbe a dire magia?!. Ebbene sì, lungo il percorso di gioco potremo trovare numerose reliquie, sotto forma di tesoro nascosto, di ricompense lasciate dai boss o acquistate, che ci permetteranno di utilizzare la combinazione [Su + Attacco] per generare un attacco speciale e unico per quella reliquia. Ogni reliquia consumerà un numero variabile di boccette magiche. Il repertorio di reliquie è molto vario: si va dalla canna da pesca alla bacchetta delle palle di fuoco, dalle ancore/boomerang alle sfere rimbalzanti, con effetti che avranno spesso notevoli ripercussioni sul nostro stile di gioco e sullimpiego dellenergia magica.

Il level design ricorda molto Castlevania, Super Mario e Megaman, e persino le transizioni tra una schermata e laltra sembrano un omaggio ai giochi sopra citati, con il caratteristico rallentamento del tempo e scorrimento della mappa su un lato. I livelli sono talvolta a schermata fissa, altre volte con scrolling pluridirezionale, altre volte con scroll forzato, proprio come succede in alcuni dei titoli riportati. Una certa somiglianza con Dark Souls è dovuta al fatto che in Shovel Knight avremo vite infinite e checkpoints. Quando moriremo, lasceremo sul posto una cospicua percentuale del denaro accumulato, che rimarrà là in attesa di venire recuperato, e ripartiremo dal checkpoint più vicino. Questo aspetto inizialmente potrà sembrare molto indulgente, ma i giocatori di Dark Souls sanno bene quanto possa essere potenzialmente frustrante perdere le risorse raccolte lungo il cammino a causa di un passo falso. Fidatevi di noi, in Shovel Knight non vorrete morire, equivarrebbe a perdere ore di duro gioco nel caso non riusciste a recuperare il tesoro perso, specialmente quando avrete iniziato a mettere da parte un piccolo gruzzolo.

ShovelShot06 I vari gruppi di mappe sono raggruppati in locations su di una mappa del mondo in stile Super Mario, con tappe sbloccabili o obbligatorie, livelli bonus, boss e persino incontri casuali lungo il percorso. La nebbia che copre la mappa si ritirerà man mano che sbloccherete alcuni mondi e potrete accedere a nuove, numerose locazioni. Tipicamente queste verranno sbloccate tramite luccisione di un boss, ma lequazione boss=nuova locazione sarà presto smentita, visto che troveremo grossi nemici anche nelle situazioni più bizzarre.

La difficoltà è squisitamente retrò, con salti millimetrici, livelli studiatissimi e di qualità verificata dai tanti tester; questo garantisce anche una curva di apprendimento gradevole, mai eccessiva, sempre sul filo di rasoio, anche grazie alla presenza di miniboss e di un level design che terrà la nostra mente sempre impegnata. Le situazioni presentate sono piuttosto originali, con elementi classici rielaborati, mai banali o già visti, se non quando si vuole rendere omaggio ai titoli ai quali il gioco si ispira. Longevità e giocabilità sono dunque allo stato dellarte, sono presenti la modalità Game+, sfide, achievements e tutta una serie di chicche che non vi anticipiamo -, che vi permetteranno di riprendere in mano il gioco più volte. Un achievement suggerisce che sia possibile finire il gioco in 90 minuti, ma realisticamente il primo playthrough sarà di almeno 10-20 ore.

ShovelKnight11

Il reparto sonoro (soundtrack) è curato da Jake Virt Kaufman e secondariamente da Manami Matsumae, due nomi di vecchia data che dovrebbero farvi suonare parecchi campanelli nella mente, dal momento che sono i compositori delle OST di Double Dragon Neon, Megaman, Q*Bert, Micro Machines, Megaman 10 e del recente Mighty No. 9 - per nominarne solo alcuni: il loro repertorio è piuttosto vasto -. In Shovel Knight è possibile apprezzare ogni loro sforzo, le musiche sono semplicemente engaging e pushing, ossia coinvolgenti e trainanti, ascoltabili ed entusiasmanti, perfettamente orchestrate alla maniera dei tempi del NES da parte di chi già componeva su quella piattaforma.
E un lavoro che viene dal cuore, potrete sentire l
epicità del gioco provenire dalla sola OST, una realizzazione di motivetti chiptune avventurosi degna di lode. Per dare una misura della passione e della profondità di esecuzione della colonna sonora citeremo Jake:

It is fully hardware-compatible 2A03 + VRC6 data, meaning I will release an NSF file which you can play directly on an unmodified Famicom console (or a modified American / European NES.)

Questo significa che lintera soundtrack potrà essere ascoltata anche direttamente su un originale dispositivo NES. Gli effetti sonori sono ottimi, adeguati allo stile e al genere, anche se rispetto alle musiche rimangono un po in secondo piano.

controller_callouts-630x431I controlli sono semplici il gioco è stato progettato per essere giocabile con un controller NES -, dunque potremo muovere Shovel Knight e compiere tutte le azioni con la sola croce direzionale, il tasto Start, Select, A e B. Anche in questo aspetto troviamo una cura maniacale, infatti gli stessi sviluppatori ci consiglieranno quali controller utilizzare per ottenere la migliore esperienza di gioco. Questi consigli sono qui riportati: http://yachtclubgames.com/controllers/

Lengine che muove la versione da noi provata (Steam) è a prova di bomba. Reattivo, collisioni consistenti, frame rate stabile, e non abbiamo riscontrato alcun bug o glitch.

gamePadCover-sansench-630x391

Complessivamente, vorrete giocare a Shovel Knight. Ci stiamo sforzando per trovare dei difetti, ma con scarso successo. Shovel Knight è un punto di riferimento qualitativo per quanto riguarda i giochi finanziati tramite KickStarter.
Quello che abbiamo di fronte non è un semplice gioco ispirato agli anni 80 dalla grafica a 8 bit: giocare a Shovel Knight ci fa tuffare a pieno volto nella torta dellera del NES e ci permette di gustare avidamente ogni suo aspetto, non come se fosse una copia, ma come se la macchina del tempo della nostalgia ci avesse riportato 30 anni indietro.

Shovel Knight non si ispira ai giochi NES, *è* un gioco NES, evoluto e invecchiato negli anni come un buon vino.


Commento
 

Ottimo esordio per la Yacht Club Games!
Shovel Knight ha colto nel segno, colpisce nella zona calda del bersaglio.
È un titolo che merita di esser giocato e apprezzato nei dettagli, lentamente o tutto d'un fiato.
È destinato a diventare un classico e un punto di riferimento per i giochi della sua categoria.

Il Gioco
 
Sviluppatore

Yacht Club Games

Publisher

Yacht Club Games

Data di uscita

26/06/2014

Redazione
Il voto di G969
9.5

Passa su per votare
Lettori
Il voto dei lettori

Hai votato

Pro

+ Level design e giocabilità perfetta
+ Longevo
+ Grafica in stile e curata
+ Ottima colonna sonora
+ Divertente
+ Carismatico
+ Tanti segreti e motivi per rigiocarci

Contro

- La difficoltà potrebbe renderlo poco appetibile ai giocatori più casual

Per maggiori informazioni su questo voto leggi la nostra policy sulle recensioni
  • Zarusama

    Fantastica recensione! :D

  • Alessandro Baravalle

    La presenza della pala mi ha sempre affascinato! :)

  • Alessandro Baravalle

    La presenza della pala mi ha sempre affascinato! :)