36 visite 0 commenti

Inazuma Eleven GO Chrono Stones: Tuono Recensione

Squadra che vince, non si cambia

il 17 marzo 2015 (10:30) di
 

Inazuma Eleven è approdato nel lontano 2008 su Nintendo DS: da noi è arrivato ben 3 anni dopo, nel 2011, e si è affermato come nuovo fenomeno videoludico mescolando sapientemente le classiche meccaniche dei JRPG con il gioco del calcio, passione che tanto infiamma animi (e spesso anche edifici pubblici) nel nostro paese. Fortunatamente qui non troviamo nulla di ciò che ha reso il calcio materia da discussioni parlamentari e/o da tribunali, bensì una curiosa e stravagante versione di tutto quello che i nostri amici giapponesi amano inserire nelle loro storie videoludiche: amicizia, coraggio, rispetto e grandi avventure. Il tutto inserito in unambientazione assai particolare, dove il calcio somiglia più ad un combattimento di Super Sayan con mille mosse speciali, spettacolari trasformazioni e partite giocate con lo spirito guerriero degno dei veri samurai. Dopo il restyling di grande successo della versione Luce/Ombra, ci prepariamo nuovamente a scendere in campo conil nuovo episodio della saga targata Level-5 Inazuma Eleven GO Chrono Stones: Tuono (イナズマイレブンGO2 クロノ・ストーン Inazuma Irebun Go Tsu Kurono Suton) per unavventura che ci porterà ad affrontare addirittura dei viaggi nel tempo!

Il calcio deve sparire!Il giovane Arion Sherwind sta per tornare a scuola, dopo un'estate passata ad insegnare il calcio ai suoi giovani allievi. Appena arrivato nei pressi dell'edificio Raimon, il ragazzo nota subito che qualcosa di strano è accaduto: sembra che il calcio ed i ricordi ad esso legati siano scomparsi dal mondo e dalla mente delle persone e presto il responsabile viene identificato. Dopo uno strano viaggio che riporta Arion nel passato uno strano ragazzo di nome Alpha si materializza e dichiara di provenire dal futuro, con la missione di eliminare per sempre il calcio dalla faccia della terra cancellando i ricordi ad esso legati, dato che a causa dell'esistenza di questo sport il futuro dell'umanità è minacciato da creature umanoidi super-evolute chiamate Ultraevoluti, nati appunto dai geni di eccezionali campioni di calcio. Durante il tentativo di cancellare i ricordi dalla mente di Arion, si intromette il giovane Fei Rune proveniente anch'esso dal futuro e convinto che il calcio sia in realtà un grande valore meritevole di essere preservato: a bordo della macchina del tempo Inazuma, i due ragazzi e la loro squadra capeggiata dall'orso Clark Von Wunderbar viaggeranno attraverso gli anni per tentare di ristabilire l'esistenza dello sport che amano così tanto.

POTERI ENORMI A PORTATA DI PALLA

La serie Inazuma si colloca nel settore dei JRPG e questo nuovo episodio non si discosta dai predecessori, raccogliendo a piene mani leredità di Luce/Ombra e riproponendo una formula vincente già ampiamente rodata. Gli spostamenti del personaggio avvengono sia con croce direzionale che con levetta analogica, la visuale può essere ruotata tramite la pressione dei tasti L/R mentre con il tasto X potremo11scrmax4 aprire un menù degno dei migliori RPG classici, con equipaggiamento ed oggetti utili a nostra disposizione: oltre a questo, potremo visualizzare anche le tecniche speciali e gli spiriti da utilizzare durante gli scontri, oltre ovviamente alle tattiche da mettere in campo per definire la posizione che ogni membro del nostro team avrà. Come i più arguti avranno già notato a questo punto, in Inazuma Eleven GO Chrono Stones: Tuono (così come nei precedenti episodi della serie) il calcio è una premessa, unambientazione dove vengono inseriti gli eventi e la storia ma tutto il resto è molto più simile ad una curiosa visione in chiave sportiva dei classici valori giapponesi del bushido, della perseveranza e della lotta contro il male con tanto di poteri sovrannaturali che scateneremo (o subiremo) durante le partite, ovvero le battaglie che metteranno alla prova la nostra abilità.

Quando inizierà la fase di gioco vera e propria ci ritroveremo sopra ad un campo da calcio e da quel momento tutto sarà affidato al pennino del nostro 3DS: dovremo infatti utilizzarlo per muovere il personaggio attivo in quel momento tracciando una linea a terra, tentando di evitare il contatto con i giocatori nemici e nel contempo avanzare verso la porta avversaria per preparare il tiro. In caso venissimo circondati dai nemici potremo toccare una zona del campo di gioco per effettuare un passaggio verso uno dei nostri giocatori e riprendere lazione: se dovessimo entrare in contatto con un avversario verremo bloccati e dovremo scegliere tramite la pressione del tasto su touch screen apposito se spostarci verso destra, verso sinistra oppure utilizzare unabilità speciale (se disponibile in quel momento) per tentare di smarcarci e proseguire. Le tecniche speciali possono essere usate solamente se il giocatore attivo dispone di sufficienti Punti Tecnica e riguardano sia la difesa, sia lattacco: spettacolari e rese molto bene, queste mosse garantiscono ottimi risultati quando usate ed ancora più devastanti se abbinate ad uno dei potenti spiriti guerrieri che potremo evocare in momenti di grossa difficoltà, ottenendo unarmatura simile a quelle indossate dai Cavalieri dello Zodiaco (!!) che ci donerà poteri enormi.

IL BELLO DEL CALCIO

Il resto del gioco si svolge come un qualunque JRPG con dialoghi e missioni, indagini da effettuare e mostri da sconfiggere a suon di pallonate: al posto delle monete doro o di una generica valuta, il nostro gruppo potrà equipaggiarsi spendendo Punti Passione sia nei InazumaElevenGoChronoStones-04_sgmConversionBaseFormat_sgmProductFormatnegozi sia in appositi punti di ristoro dove ricaricare le energie della squadra dopo alcune partite estenuanti. Le funzioni di connettività permetteranno sfide online tra giocatori, lo scambio di membri della squadra e laccesso alle sfide Streetpass: tutte interessanti aggiunte che vanno a sommarsi alla già ottima longevità. Un gameplay di buona fattura è accompagnato da una trama che è certamente tra i punti di forza di questa produzione, con personaggi ben caratterizzati ed una malefica organizzazione proveniente dal futuro che dovremo affrontare mettendo alla prova tutto il nostro coraggio e con laiuto dei nostri amici. Gli estimatori della serie animata non resteranno certamente delusi, dato che la storia sarà accompagnata da un gran numero di filmati in stile anime molto ben fatti e dal doppiaggio italiano originale della serie a cartoni animati. La grafica si assesta su ottimi livelli, riprendendo lo stile dei già citati predecessori Luce/Ombra e mostrando un gran numero di effetti di qualità sia nelle animazioni dei personaggi sia nei dettagli dellambiente circostante. Un comparto sonoro molto azzeccato e piacevole completa il quadro tecnico, donando a Inazuma Eleven GO Chrono Stones: Tuono molte carte da giocare per accattivarsi linteresse di un giocatore attento anche alla parte puramente estetica.


Iscriviti al canale di G969:

FacebookRedditPocketPrint


Commento finale
 

Inazuma Eleven GO Chrono Stones: Tuono/Fiamma ripercorre il sentiero dei predecessori Luce/Ombra e mantiene inalterata l'esperienza videoludica giocandosi però la possibilità di fornire una vera innovazione. Un JRPG di tutto rispetto, sebbene reso più leggero dato il target di utenza composto principalmente da ragazzi, che sfoggia trasformazioni/colpi speciali di grande impatto e condisce il tutto con una trama molto interessante. L'unica vera pecca della produzione targata Level-5 si trova appunto nella facilità generica del gioco, con un livello di sfida medio ed i combattimenti che alla lunga possono stancare. Per il resto, questo nuovo capitolo della serie "calcistica" Inazuma Eleven centra l'obiettivo di regalare un'esperienza coinvolgente a tutti, estimatori della serie animata e non.

Il Gioco
 
Piattaforma
Genere
Sviluppatore

Level-5

Publisher

Nintendo

Data di uscita

27 Marzo 2015

Pro

- combat system ottimo e molto divertente
- trama intricata ed interessante
- doppiaggio italiano eseguito dagli stessi elementi della serie animata

Contro

- i combattimenti alla lunga possono risultare ripetitivi
- un pò troppo facile

Redazione
Il voto di G969
8.0


Per maggiori informazioni su questo voto leggi la nostra policy sulle recensioni