1 visite 0 commenti

Grim Fandango Remastered Recensione

Un'avventura in 4D

il 30 gennaio 2015 (13:15) di @sergiograzzini0
 

Grim Fandango rappresenta nell’immaginario videoludico una delle avventure più amate dell’ultima produzione della celeberrima Lucas Arts. Ora viene riproposta in versione Remaster HD: riuscirà questo soprannaturale film noir interattivo a catturare lattenzione dei giocatori moderni?

grim fandango remastered 01

Ormai siamo invasi letteralmente da decine di versioni rimasterizzate di grandi classici del videogioco. Alcune sono delle versioni semplicemente aggiornate, che nulla aggiungono e nulla tolgono al gioco originale, se non una veste grafica migliorata e il fatto che Grim Fandango è stato il “canto del cigno” per le avventure targate Lucas, ma ha aperto la strada a un nuovo tipo di giochi di avventura. Si abbandonava infatti il predominio del motore SCUMM, tanto caro agli amanti del punta e clicca, che aveva cambiato a suo tempo i paradigmi nel campo dei giochi di avventura.hanno avuto le loro trasposizioni più recenti, mentre altri sono giochi ormai usciti dai cataloghi da decenni, impossibili da rigiocare sulle moderne piattaforme di gioco, che siano PC o console, a meno che non si ricorra agli emulatori. Grim Fandango si colloca in quest’ultima categoria. La versione originale risale al 1998 e fu rilasciata originariamente per PC. Si è trattato ufficialmente dell’ultimo lavoro di Tim Schafer per la Lucas Arts e, se non vogliamo menzionare il terribile e inutile Escape From Monkey Island, è stata anche l’ultima avventura grafica rilasciata dalla casa fondata da George Lucas. Erano gli anni dell’avvento della PlayStation 2 e la produzione stava virando verso il mercato console, quindi le classiche avventure grafiche stavano perdendo mordente, soppiantate da tipologie di giochi più moderne che non richiedevano più l’uso di mouse e tastiera.

Paradossalmente Grim Fandango è stato il “canto del cigno” per le avventure targate Lucas, ma ha aperto la strada a un nuovo tipo di giochi di avventura. Si abbandonava infatti il predominio del motore SCUMM, tanto caro agli amanti del punta e clicca, che aveva cambiato a suo tempo i paradigmi nel campo dei giochi di avventura. Infatti, il sistema in voga prima delle primordiali produzioni della Lucas Arts, tra le quali ricordiamo Zak McKracken come apripista di questo filone, era quello del gioco di avventura che faceva uso inizialmente solo di una descrizione testuale, poi implementata anche da scenari grafici interattivi, ma nei quali comunque l’interazione era sempre legata allinserimento di comandi testuali. Con lo SCUMM la tastiera perde progressivamente di importanza e tutta l’interazione si basa sullutilizzo del mouse e di comandi prestabiliti che ci permettevano sia di interagire con l’ambiente sia di compiere azioni, anche complesse. Se mettiamo a confronto le prime avventure della Sierra con le produzioni Lucas, come ad esempio Sam&Max Hit the Road, ci rendiamo conto di quanto questo cambiamento sia stato veramente importante e incisivo in termini di giocabilità e semplificazione dell’interazione.

grim fandango remastered-02

grim fandango remastered comparison

Come detto, con Grim Fandango si cambia nuovamente il metodo con il quale interfacciarsi con il gioco. Il nostro alter-ego, lo scheletro Calaca, lo possiamo controllare direttamente in ambienti che acquisiscono la terza dimensione, regalando così due livelli di profondità: quella nello spazio e quella dell’interazione. Il cambiamento coinvolge anche le tematiche del gioco, facendoci immergere in unambientazione noir e grottesca, in una location che richiama la mitologia azteca e il regno dei morti messicano, tutto intriso di una evidente passione per l’art-deco. Manny Calavera è un dipendente, suo malgrado, di una azienda, la Nono Aldilà, che si occupa di traghettare i morti fino alla loro destinazione finale. Per ripagare il suo eterno debito deve vendere questi passaggi, ma la sua fortuna è in netto declino, per cui dovrà ingegnarsi per fare la vendita della sua vita, anzi, della sua morte, e scappare da questo limbo. Lironia è una delle prerogative di questo gioco, così come lo è sempre stata per le avventure targate LucasArts, ma anche la caratterizzazione dei personaggi è veramente eccellente. Abbiamo il capoufficio rompiscatole, la segretaria tuttofare che manda avanti la baracca, il maledetto rivale che si accaparra un sacco di ottime anime e il mitico Glottis. Chi è Glottis?? Uno spirito elementale che si dovrebbe occupare della manutenzione delle automobili che ci permettono di portarci tra il regno dei vivi e quello dei morti, ma alla fine risulta la star indiscussa di ogni momento comico del gioco. Grim Fandango è stata considerata una delle avventure migliori della Lucas, ma sicuramente non era perfetta. I difetti originali li troviamo pari pari in questa trasposizione HD.

Dal punto di vista grafico, già nella versione originale si notava una disomogeneità, che in Grim Fandango Remastered non è stata modificata, anzi, in alcuni momenti l'alta definizione accentua ancora di più questo problema.Dal punto di vista grafico, già nella versione originale si notava una disomogeneità, che in Grim Fandango Remastered non è stata modificata, anzi, in alcuni momenti lalta definizione accentua ancora di più questo problema. Gli elementi poligonali i personaggi e alcuni oggetti di sfondo sono stati migliorati, ma usano ancora i modelli 3D e animazioni originali. Purtroppo i glitch costanti, come i poligoni che passano luno attraverso laltro e dei dettagli che spiccano sugli sfondi pre-renderizzati, sono ancor più evidenti. Loriginale Grim Fandango era in 4: 3 e, per farlo widescreen, questa versione remaster estende solo limmagine lateralmente (non potevano tagliare la parte superiore e inferiore, come in Resident Evil, perché si sarebbero perse importanti aree di gioco). Questo aspetto è offerto come opzione, ma dato che i fondali originali non sono stati rifatti, ma semplicemente è stato applicato lupscaling della risoluzione, visivamente il 16:9 è orribile ed è chiaro il motivo per il quale il rapporto originale è stato impostato come default. Il nuovo sistema di illuminazione è molto ben curato, ma se non avete visto la versione originale da anni il gioco sembra a malapena essere cambiato. I controlli sono rimasti quelli originali, che allepoca erano stati pesantemente criticati. Infatti il controllo del buon vecchio Manny era affidato alla modalità tank, che secondo Schafer avrebbe dovuto far immergere i giocatori allinterno di ogni singolo quadro. In sostanza, ci troveremo a muovere il nostro personaggio un po come avveniva per Tomb Raider originale, ovvero ruotandolo verso la direzione verso la quale vogliamo andare per poi farlo camminare, come un carro armato. Purtroppo questa scelta non risultò molto apprezzata e, pur essendo stato introdotta anche in questa versione, abbiamo sicuramente preferito il controllo attraverso lo stick analogico, che ci permette di attraversare ogni livello molto più intuitivamente e fluidamente.

grim fandango remastered-03

Una cosa che ci ricordavamo bene del gioco originale era la difficoltà legata al fatto che nessuna indicazione di sorta ci veniva data per proseguire nellavventura, per cui in alcuni punti (leggi la Foresta Pietrificata) dovevamo rivolgerci alla bibbia di tutti i giocatori finiti in un vicolo cieco, ovvero il mitico sito GameFaqs, per evitare di prendere a testate il monitor dalla disperazione.
Quindi in questa versione, direte voi, saranno stati aggiunti degli hint per poter premettere di proseguire senza dover tentare per ore di sciogliere astrusi enigmi. Beh, vi sbagliate, perché niente di ciò è stato fatto, quindi il livello di sfida, soprattutto per giocatori meno smaliziati, poco avvezzi alle avventure old-style, potrebbe scoraggiarli e portarli a un prematuro abbandono. L'audio è stata la cosa che sicuramente ha richiesto più impegno ai ragazzi di Double Fine che si sono occupati di tutta questa opera di rimasterizzazione, poiché le musiche originali di Peter McConnell sono state da lui sapientemente riorchestrate e fatte suonare dall'orchestra filarmonica della città di Melbourne.E questo sarebbe un gran peccato, perché questo gioco vale la pena di essere giocato e goduto in ogni suo momento. Ci sono anche un sacco di contenuti extra, un po come accade nelle versioni HD dei film. Infatti troveremo bozzetti, immagini inedite e soprattutto la cosa più interessante e divertente di questi contenuti bonus, la possibilità di avere il Directors Commentary. Impostando questa opzione e premendo poi il tasto L1 durante il gioco, quando appare licona sullo schermo, si potrà sentire il commento di Shafer e degli altri realizzatori alle singole scene, ottenendo informazioni e commenti che vi divertiranno quanto il gioco.

Laudio è stata la cosa che sicuramente ha richiesto più impegno ai ragazzi di Double Fine che si sono occupati di tutta questa opera di rimasterizzazione, poiché le musiche originali di Peter McConnell sono state da lui sapientemente riorchestrate e fatte suonare dallorchestra filarmonica della città di Melbourne. Un ottimo lavoro, una goduria per gli orecchi!
La possibilità di scegliere il linguaggio e i sottotitoli vi permetterà di godere dellottimo doppiaggio in italiano, ma anche di assaporare il superbo parlato in lingua originale, che da solo regala buona parte del divertimento. Gli accenti e le inflessioni caratterizzano ogni singolo personaggio, facendoci immergere in questo sconclusionato mondo partorito dalla folle mente di Tim Schafer.


Iscriviti al canale di G969:

Abbiamo testato la versione PlayStation 4 del gioco grazie ad un codice fornito dalleditore.


FacebookRedditPocketPrint


Commento finale
 

Grim Fandango Remaster è una avventura grafica in 4D: la quarta dimensione è il tempo, che non sembra aver scalfito di un giorno questo gioiello creato da Tim Shafer per la LucasArts. L'occasione di poterlo giocare nuovamene è imperdibile, anche se molti si sentiranno annichiliti da un livello di difficoltà che era abbastanza comune per il 1998, ma al quale oggi non siamo più abituati.
Il gioco gira bene, il lavoro di trasposizione è stato fatto bene, ma non sembra che dal punto di vista grafico siano stati computi dei grandi sforzi. Il sistema di luci è stato migliorato, ma per il resto l'alta definizione purtroppo ha portato anche ad evidenziare difetti che erano presenti nella versione originale e che non sono stati minimamente risolti, come quei fastidiosi glitch poligonali. A questo gioco non possiamo dar un voto minore di 8, perché Grim Fandango è una pietra miliare, ma se dovessimo dare il voto reale per la sua realizzazione in HD, ci dovremmo attestare su di un 6, soprattutto per la colonna sonora e il commento aggiuntivo di Shafer e i suoi vecchi collaboratori.
Quindi vi chiedete se vale la pena di prenderlo? La nostra risposta è sicuramente si, perché Grim Fandango non si discute. Mai!

Il Gioco
 
Sviluppatore

LucasArts (Double Fine Productions)

Publisher

Double Fine Productions

Data di uscita

27/01/2015

Pro

-Uno dei migliori script di gioco mai realizzati, pieno di personaggi spiritosi, affascinanti e simpatici.
- Art design fantastico
- La colonna sonora rimasterizzata è eccezionale.

Contro

- Alcuni enigmi e passaggi troppo difficili senza un sistema di aiuti
- La grafica è stata appena migliorata, lasciando intatti molti dei difetti originali.

Redazione
Il voto di G969
8.0


Per maggiori informazioni su questo voto leggi la nostra policy sulle recensioni