21 visite 0 commenti

Game of Thrones Episode 2: The Lost Lords Recensione

Dal freddo nord al deserto di Essos

il 3 febbraio 2015 (20:01) di
 

Questo secondo capitolo della saga di Telltale ambientata nel fantastico mondo di Game of Thrones raggiunge gli store a quasi due mesi esatti dal rilascio del capitolo precedente. Per avere maggiori delucidazioni sulle meccaniche di base o sulla storia che sta dietro la casa di sviluppo e il gioco stesso, vi invitiamo a leggere la recensione del primo capitolo della saga: Iron from ice. Per quelli di voi che invece già conoscono meccaniche e mondo di gioco e magari attendevano con impazienza questo secondo capitolo, ricordiamo che gli eventi del gioco si svolgono in modo parallelo a quelli della saga originale, situando gli avvenimenti d’apertura in contemporanea con la parte finale della terza stagione della serie televisiva (la parte finale de “I fiumi della guerra” nella collana di libri), è pertanto sconsigliato giocarlo prima di aver completato la visione della serie televisiva o di aver letto i libri corrispondenti.

Lapertura di questo secondo capitolo ci trasporterà immediatamente nei panni di Asher Forrester, un membro della Casata Forrester, che nel primo capitolo abbiamo solamente sentito nominare. Figlio secondogenito del deceduto Lord Gregor Forrester, Asher è un abile spadaccino dallo spirito indomito che nel primo capitolo della saga abbiamo appreso essere stato esiliato dal continente di Westeros per questioni legate al rapporto tra la casata di Forrester e leterna rivale Whitehill.

gameofthrones (2)

In questo secondo episodio avremo modo di concentrarci di più sulla sua avventura personale, scelta che regala un respiro più ampio allavventura della sfortunata casata protagonista. Lo scenario che ci accoglierà allinizio di questo “Lost Lords” infatti sarà molto distante, sia climaticamente sia geograficamente, dalle fredde foreste del nord a cui ci aveva abituati lepisodio precedente, e saranno i toni caldi e aranciati della città di Yunkai nel continente di Essos a inquadrare le avventure del giovane Asher.

La città di Yunkai sarà particolarmente familiare a lettori e appassionati della saga dal momento che proprio in questa città di schiavisti è ambientata la scalata al potere di Daenerys uno dei personaggi di maggior peso narrativo nella saga originale -, ed è nella città dominata da lei che prendono vita le avventure di Asher e della sua comprimaria Beshka, forte donna dazione e uno dei personaggi originali meglio delineati nella saga di Telltale.

gameofthrones (3)

Nella seconda tranche narrativa faremo nuovamente ritorno nelle foreste del nord, più precisamente a Ironrath, la ormai familiare fortezza di casa Forrester, vero snodo centrale in cui verranno prese le decisioni più importanti per il futuro della casata. Il protagonista di questa seconda parte sarà sicuramente una sorpresa per i giocatori e lo stile narrativo diverrà improvvisamente più triste e cupo, certamente in linea con il registro utilizzato dai libri.

Nonostante lottima scrittura e la caratterizzazione dei personaggi coinvolti, è proprio in questo secondo episodio che inizieranno a venire a galla alcuni dei difetti che purtroppo sono diventati ormai una costante nelle avventure grafiche Telltale. Lasciando da parte lentusiasmo per un colpo di scena così riuscito, è difficile non notare come alcune delle scelte fatte nel primo episodio abbiano influito troppo poco nello schema principale del gioco, che tende ad annullare rapidamente le differenze tra i due possibili binari narrativi riportando la storia a un unico, omogeneo filone in cui le nostra scelte sono poco o per nulla incisive.

gameofthrones (1)

Solo nella terza parte del gioco ritroveremo il protagonista dellepisodio di apertura di “Iron from ice”, il giovane scudiero Gared Tuttle. Lavevamo lasciato in sella al suo destriero mentre abbandonava in tutta fretta Ironrath, destinato alla Barriera e al reclutamento forzato nei Guardiani della Notte, unica speranza di sfuggire alla forca. È proprio negli scenari glaciali della Barriera che lo ritroveremo, impegnato nelladdestramento e nella ricerca di un ruolo nella confraternita.

Malgrado il setting sia uno dei più interessanti e promettenti del gioco, questa sezione è probabilmente una delle più deboli dal punto di vista narrativo. Buona parte del tempo concesso alla storia di Gared verrà infatti utilizzata per rappresentare il suo addestramento con una serie di quick-time events e piccole sessioni interattive.

gameofthrones (5)

Sebbene le scelte fatte in questo episodio sembrino molto poco incisive per il grande schema delle cose, la promessa di una futura linea narrativa incentrata sulle disavventure dei Guardiani della Notte e la presenza delliconico Jon Snow sembrano promettere grandi cose per i futuri capitoli della saga.

Come nel primo capitolo, è grazie a Mira Forrester, figlia maggiore di Lord Gregor e ancella di Margaery Tyrell, che entreremo nel vero fulcro del mondo di Game of Thrones. È tra le sale del trono ad Approdo del Re, dove vengono intessuti gli intrighi di maggior peso, che Mira deve destreggiarsi nel complesso compito di costruire alleanze e supporto per la propria casata, senza però incorrere nello sfavore della volubile regina Cersei Lannister.

Proprio nei dialoghi con Tyrion, fratello della regina e possibile ancora di salvezza di Mira, si raggiunge il punto più alto di questo capitolo di gioco, le scelte possibili nei panni di Mira sembrano essere le più influenti nel grande schema di gioco e quelle che metteranno più alla prova lo spettro morale del giocatore.

RedditPocketPrint


Commento finale
 

Questo secondo capitolo, pur perdendo un po' della spinta creativa del primo episodio, mantiene un buon livello narrativo ampliando considerevolmente le potenzialità narrative della serie.
Il posizionamento di due “pedine” in momenti e luoghi così importanti per il proseguimento della serie come il continente di Essos e la Barriera non può far altro che aumentare la nostra aspettativa per i futuri capitoli della serie.
Come tutti i capitoli d'intermezzo delle saghe Telltale però, il vero livello qualitativo della narrazione potrà essere giudicato solo in futuro a seconda dell'incisività delle decisioni intraprese in questo capitolo che sembra essere più un preludio alle grandi avventure che si stanno mettendo i moto piuttosto che un vero e proprio capitolo a sé.

Il Gioco
 
Sviluppatore

Telltale Games

Publisher

Telltale Games

Data di uscita

03/02/2015

Pro

- Nuovi personaggi carismatici
- Il piano narrativo viene portato a un livello più ampio
- L'apparizione di Jon Snow farà felici i fan della serie

Contro

- Alcune decisioni precedenti vengono rese quasi inutili
- Calo di ritmo rispetto al primo capitolo
- È il tipico capitolo d'intermezzo

Redazione
Il voto di G969
7.0


Per maggiori informazioni su questo voto leggi la nostra policy sulle recensioni