1 visite 0 commenti

Assassins Creed Unity DLC Dead Kings Recensione

il 20 gennaio 2015 (17:06) di @Syrian74
 

Lo scorso 14 gennaio è stato rilasciato, gratuitamente e per tutti, il DLC Dead Kings, il primo contenuto aggiuntivo per Assassin’s Creed Unity, gentile omaggio da parte di Ubisoft dopo le tante polemiche e i voti poco più che sufficienti piovuti sull’ultimo titolo dedicato alla Confraternita degli Assassini. Dead Kings è sicuramente un DLC corposo, ricco di cose da fare, ben congegnato, che sposta il raggio d’azione nella nebbiosa e spettrale cittadina di Franciade e che vede ancora una volta protagonista Arno, ancora alle prese con Napoleone Bonaparte e il Marchese De Sade, sicuramente i due personaggi più interessanti di Unity.

Peccato che, oltre a un approfondimento della trama principale e a unambientazione davvero interessante, questo nuovo contenuto non offra nulla di più, né sotto il profilo del gameplay né sotto quello del combat system, fatta eccezione per una parziale virata verso uno stile più stealth, anche se, qualsiasi stile di gioco decidiamo di usare, il risultato finale cadrà sempre sui soliti combattimenti a catena.

DA PARIGI A FRANCIADE

Le vicende di Dead Kings si svolgono alcuni mesi dopo la conclusione della storia di Unity e questa volta troviamo un Arno (sempre con l’accento sulla “o”, mi raccomando) meno guascone e spensierato e più solitario e riflessivo. L’unico suo desiderio è quello di riuscire ad acquistare un biglietto di sola andata per una nave che lo porterà lontano da Parigi e dai suoi tristi ricordi. Il protagonista torna in questo DLC con tutti gli equipaggiamenti e le abilità sbloccate nel gioco principale, quindi, affrontare nemici e situazioni difficili, non sarà così complicato, e questo ci invita a seguire di più la storia, peraltro interessante, gradevole e in grado di aggiungere a Unity ciò che mancava, vale a dire più spessore al protagonista e un trama più profonda e meno scontata.

Dopo aver incontrato un vecchio amico, Arno decide di accettare un compito abbastanza difficile, e proprio per questo si ritroverà a esplorare i dedali sotterranei della città di Franciade, labirinti che, pur non essendo ostici come quelli visti in Assassin’s Creed III, si rivelano decisamente interessanti. L’esplorazione delle catacombe è forse il momento migliore dell’intero contenuto aggiuntivo, che per il resto ci vede impegnati in omicidi da compiere, side mission, bauli da aprire e manufatti da individuare e raccogliere nella stessa identica maniera dellavventura originale.

assassin's creed unity dlc dead kings recensione

Alcuni dettagli della trama, che naturalmente non vi sveliamo, risultano davvero interessanti e ben congegnati, come l’incontro con un nuovo amico, un bambino di nome Leon, capace di risvegliare in Arno sopiti sentimenti patriottici. A rendere tutto ancora più interessante è proprio la particolare ambientazione. Franciade è una cittadina nebbiosa, con alte mura di cinta, una cattedrale spettrale e un mulino vecchio e fatiscente che svetta su una collina. Ma non è questo a rendere interessante l’ambiente di gioco, quanto piuttosto la sua città sotterranea, quella che si snoda nelle catacombe dove svolgeremo la maggior parte delle missioni.

Mentre siamo impegnati a ritrovare alcune reliquie maledette, tanto che gli abitanti del borgo raccontano di fantasmi e spettri che potremo incontrare lungo il nostro cammino nella città sotterranea, potremo notare come la componente stealth sia più presente e come le stesse situazioni ci invitino a un approccio più ragionato. Nei sotterranei, infatti, incontreremo la nuova fazione dei Raider, nemici che fanno dell’unione la loro forza. Ci attaccheranno sempre in gruppi numerosi e ucciderli potrebbe non essere così semplice. Ecco perché, mai come ora, studiare l’ambiente e cogliere il nemico di sorpresa potrebbe rivelarsi la scelta migliore. Si potrà fare largo uso della Lama Fantasma, arma letale e silenziosa, oltre che del famigerato Mortaio Ghigliottina, una sorta di incrocio tra un’ascia e un fucile, un’arma nuova e anchessa letale, poco pratica da portarsi dietro, ma davvero molto efficace per avere la meglio su più nemici contemporaneamente.

assassin's creed unity dlc dead kings 2

Inoltre, la I.A. di questi razziatori di tombe è decisamente più raffinata di quella dei nemici che ci eravamo abituati ad affrontare. I Raider, infatti, prendono ordini da una sorta di loro capo e luccisione di questo porterà alla fuga dei suoi accoliti, evitandoci uno scontro lungo e complicato. Ecco perché, almeno nelle sezioni di gioco che si svolgono all’interno della catacombe, è consigliabile elaborare attentamente una strategia, studiando l’ambiente che ci circonda e scegliendo lapproccio migliore

Altra novità introdotta in Dead Kings è la lanterna a olio, utile per avanzare nei punti più bui dei sotterranei e liberare il nostro cammino nelle aree infestate da pipistrelli, topi e insetti. La lanterna si spegnerà lentamente, ma potremo ricaricarla immergendola nelle giare che incontreremo lungo il cammino. A tutto questo possiamo aggiungere l’introduzione di enigmi ben congegnati, alcuni dei quali risolvibili proprio attraverso l’utilizzo della lanterna a olio, che donano al gioco un’aurea di mistero, avvolgendo il tutto in un’atmosfera arcana e surreale.

PERSI NELLA NEBBIA E NELLE CATACOMBE

Nonostante il gameplay di Dead Kings non si discosti molto da quello di Unity, il DLC si rivela alla fine una piacevole scoperta, soprattutto in termini di trama e ambientazione. Franciade si presenta come una sorta di borgo rurale, a tratti quasi spettrale, avvolto nella nebbia e nei suoi misteri. Un luogo dove potremo condurre ancora una volta le nostre indagini su alcuni omicidi e risolvere così il caso, liberare gli avamposti, sincronizzare la mappa e giocare due nuove missioni cooperative.

ACU_Dead-Kings_DLC_3-Graveyard-Copy

La ricostruzione della cittadina è come sempre molto articolata, precisa e ben realizzata, con unestrema cura dei dettagli e, almeno per quanto riguarda la mia esperienza di gioco su PS4, senza evidenti bug che possano gravemente compromettere l’esperienza. Apprezzabili la ricostruzione di Saint-Denis, latmosfera buia e la nebbia che invade la città al calare della sera, le strade lucide e i palazzi fatiscenti, labbigliamento dei cittadini in linea con le condizioni della città e alcuni nuovi personaggi meno scontati di quelli visti in Unity. Insomma, ritrovare Arno in versione più matura e riflessiva porta finalmente quello spessore al personaggio che era mancato quasi totalmente in Unity.

La mole di contenuti da giocare è davvero notevole per un DLC, tanto che, per arrivare a concluderlo al 100%, saranno necessarie 5 o 6 ore abbondanti. La colonna sonora è praticamente assente e quel poco che è stato inserito è privo di spessore e personalità, mentre il doppiaggio italiano è ancora una volta buono e senza sbavature.


Iscriviti al canale di G969:

FacebookRedditPocketPrint


Commento finale
 

Dead Kings è un contenuto aggiuntivo ben costruito e congegnato, con un’ambientazione di gioco ispirata e gradevole, che ci porta nei sotterranei della città di Franciade, vera interessante novità dell’ultimo capitolo della saga dedicata alla Confraternita degli Assassini. Molti i contenuti da giocare, tutti sviluppati sulla falsariga di quelli già visti in Unity, ma che aggiungono spessore alla storia principale. L’I.A. dei nemici resta poco al di sotto della sufficienza e alcune scelte, come quella di introdurre la lanterna ad olio, sembrano più occasioni mancate che vere novità. Nel complesso, Dead Kings vale la pena di essere giocato, già solo per per le atmosfere rarefatte della cittadina di Franciade, per la sua storia e per un protagonista finalmente meno guascone e più profondo.

Il Gioco
 
Pro

Aggiunge alla storia principale quello che mancava
E' scaricabile gratuitamente
La nuova arma è devastante
Ambientazione ben costruita con i sotterranei davvero molto belli

Contro

La storia è interessante ma si poteva approfondire di più
L'I.A. dei nemici ancora una volta sotto la sufficienza

Redazione
Il voto di G969
7.5


Per maggiori informazioni su questo voto leggi la nostra policy sulle recensioni