Scelto dalla redazione
6 visite 0 commenti

0rbitalis Recensione

"Supererò le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce per non farti invecchiare." F.B.

 

LUniverso è regolato da leggi che magari sfuggono alla nostra umana comprensione, ma di una legge fondamentale sicuramente ne siamo a conoscenza, ovvero della legge di gravità. A essa è collegata quella che riguarda la gravitazione universale, ma non siamo qua per farvi una lezione di astrofisica, ma per parlarvi di un gioco che fa della gravità e della gravitazione il suo centro di attrazione: 0rbitalis.

Molte volte abbiamo affrontato, nel campo dei giochi indie, lapproccio minimalista. Viste le scarse risorse a disposizione dei programmatori indipendenti, usare grafica semplice è sicuramente una scorciatoia per ottimizzare i costi. Anche in questo caso, Alan Zucconi ha preferito optare per una grafica semplicissima, lineare, pulita, ma al contempo accattivante e capace di raggiungere lo scopo in maniera perfetta. Quello che dobbiamo fare in 0rbitalis è mettere in orbita alcuni satelliti in una serie di sistemi stellari. Naturalmente, a rendere complicato il nostro compito è proprio la gravità, con la quale dovremo combattere in ogni livello, cercando le orbite più adeguate.
0rbitalis (1)
Quello che si prova giocando a 0rbitalis è una fascinazione che ci porta a procedere livello dopo livello, cercando di portarli a termine per scoprire cosa ci riserva il successivo. Il gameplay è minimalista come la grafica: la nostra unica interazione è un click sullo schermo dopo che avremo deciso la traiettoria e la forza con la quale vorremo lanciare il nostro satellite. Una volta lanciato, potremo seguire la sua traiettoria, influenzata dai campi gravitazionali di ogni oggetto sullo schermo. Ci sono stelle, pianeti con satelliti naturali, campi di asteroidi, sistemi binari che influiranno sui nostri lanci. I livelli iniziali sono semplici, per cui far orbitare i nostri satelliti per il tempo minimo richiesto dal gioco non esige molta perizia. Ma quando procederemo, saremo chiamati ad affrontare lanci multipli, sistemi con gravità variabile e anche lanci che prevedono di colpire alcuni pianeti bersaglio. Saremo catturati dalla semplicità di 0rbital così come dalla sua perversa difficoltà. Dovremo capire qual è lapproccio giusto, ma per fare questo dovremo provare svariate volte. Ma, a differenza di altri titoli dove il “trial&error” diventa frustrante, il livello di sfida proposto da 0rbitalis è uno stimolo a cercare di risolvere lenigma proposto per poter scoprire cosa ci attende nel successivo sistema.
0rbitalis2
Limpostazione grafica ci fa vedere la parte di Universo come se stessimo operando attraverso un monitor CRT, sul quale le traiettorie si disegnano con precisa lentezza, tra sfumature di colore e bordi sfocati che ci fanno sentire come dei pionieri dellesplorazione spaziale degli anni 70. Se vogliamo trovare un difetto a questo gioco, lo possiamo cercare in alcuni piccoli problemi legati al completamento di taluni livelli che richiedono effettivamente molto tempo e molte prove per essere completati.

Alla fine di ogni livello verrà visualizzata la nostra posizione in una classifica mondiale che ci porterà a voler migliorare le nostre prestazioni, cercando di completare ogni livello o nel minor tempo possibile oppure cercando di fare quante più orbite possibili. Anche una volta terminati i 100 livelli di gioco proposti, cosa non facile e possibile solo grazie a una ferrea determinazione, il gioco non si può dire finito. Infatti avremo la possibilità di giocare la sfida giornaliera, dove potremo cercare di aggiudicarci il primato di miglior creatore di orbite, oppure potremo dedicarci alla creazione dei livelli nel Workshop per proporli online agli altri giocatori.

La colonna sonora, chiamata “Esperienza Audio, è stata composta da Doseone, un rapper americano che ha catturato lessenza minimalista di 0rbitalis, traducendola in un accompagnamento gradevole, rilassante, coinvolgente. Per descrivere 0rbitalis non sono necessarie molte parole, perché va provato per essere apprezzato.

Il gioco è stato recensito grazie al codice fornito dal distributore.


FacebookRedditPocketPrint


Commento finale
 

0rbitalis è l'esempio perfetto di come un concept interessante e intelligente non abbia bisogno di una grafica straordinaria per realizzare un gioco perfetto. 0rbitalis è un atto di vera classe e uno dei migliori giochi di puzzle nella memoria recente. Il minimalismo esalta la raffinatezza del gioco, che regala potenzialmente ore e ore di divertimento. L'accompagnamento sonoro esalta il gameplay, fondendosi alla perfezione con esso.

Il Gioco
 
Piattaforma
Genere
Sviluppatore

Alan Zucconi

Publisher

Mastertronic

Pro

- Minimalisticamente perfetto
- Colonna sonora originale che fa da perfetto complemento all'atmosfera del gioco

Contro

- Alcuni livelli richiedono molti, troppi tentativi per essere risolti

Redazione
Il voto di G969
9.0


Per maggiori informazioni su questo voto leggi la nostra policy sulle recensioni