Anteprime
0 commenti

The Body Changer Hands on

il 17 ottobre 2014 (17:15) di @NeatWolf
Il gioco
 
Piattaforma
Redazione
Aspettativa


 
FacebookTwitterGoogle+RedditLinkedInPocket


A distanza di mesi, se non anni, dallannuncio di Effing Dead nasce da una sua costola The Body Changer, un titolo a se stante.

Il duo trevigiano TheShortAndTheTall ha deciso in un certo momento del restyling di Effing di avere parecchie, parecchie idee, forse troppe per farle rimanere incatenate in un unico titolo. Così, pur senza far morire il progetto iniziale, The Body Changer raggiunge quasi lo stato di completamento passando per Desura e Steam Greenlight. Il vecchio progetto è stato attualmente ibernato con il nome di Effing Dead The Broken Path, mentre il progetto attuale è vivo e vegeto, e uscirà su Steam il 17 Ottobre 2014.

the body changer

Una visione familiare per i giocatori di Effing Dead

Lunga vita ai SynBs!

Veniamo subito accolti sulla piattaforma 12 del sistema Hope sul sistema stellare GLeESI. Non da una voce umana bensì da JCN, il software di controllo basilare delle piattaforme di trattamento. Una guerra con gli alieni ha completamente contaminato lacqua della terra e così lumanità si è spostata alla ricerca di nuova acqua pura. Mandando dei droni, i cosiddetti SynB, forme di vita sintetiche (Synthetic Beings), ognuna con peculiarità e compiti specifici. Noi guideremo tramite sistema remoto dei SynBs in modo da farli collaborare tra di loro e riportare allo stato operativo tutte le depuratrici a nostra portata.

Tuttavia non sarà una passeggiata. Poco passerà prima che dei SynB ostili o forse degli alieni vengano a metterci i bastoni tra le ruote

the body changer

Tanta atmosfera ed effetti speciali

La prima cosa che ci ha colpito di the Body Changer, avendo anche provato Effing Dead, non è stata il gameplay, ma latmosfera.
Figure poligonali accennate, quasi astratte nel compito e i colori saltano allocchio, come pure gli effetti di shading e i suoni di ambiente. Se lobiettivo era di farci sentire soli in una stazione spaziale, diremmo che è stato raggiunto a pieni voti.

Essendo una costola di Effing Dead condivide gran parte della grafica, dei suoni, e delle meccaniche. Laspetto visivo è praticamente identico alle ultime versioni di Effing Dead. Schematico, colorato a tinte decise e forti, quanto basta per fare di ciò un vero e proprio stile e carisma.

La curva del gameplay ci pare appropriata, anche se, nelle fasi più concitate e dazione, compare uno strano bug legato probabilmente ai mouse wireless. Per questo motivo la versione in nostro possesso è stata provata su un touchpad, con tutta la scomodità del caso.

Ci vengono presentati degli enigmi a difficoltà crescente, forse con una curva un po ripida, alternati da sequenze FPS, o addirittura misti ad essi. Gran parte degli enigmi vede protagonista il cambio di possessione dei SynBs. Potremo infatti ciclare tra i SynBs più vicini per aiutarci nella risoluzione degli enigmi e nella sconfitta dei nemici. Dopotutto noi manovreremo questi SynBs da remoto, il personaggio principale è in locazione esterna rispetto gli eventi.

the body changer

Gli effetti di un disturbatore di telecamera

Tecnicamente

Graficamente è stato sviluppato in Ogre3D e un mosaico di altri sottosistemi, come anticipato nellintroduzione.

The Changing Body presenta effetti e shader anche avanzati, pur mantenendo uno stile unico e pulito. Abbiamo Ambient Occlusion, distorsioni, simulazioni fluidodinamiche, luci in raytrace, cel shading e lo scontornamento dei poligoni. Il tutto con un impatto prestazionale irrisorio visto che gira a 60fps fissi in full HD anche su macchine non nuovissime. Le animazioni sono un po crude ma grossi passi in avanti siano stati fatti rispetto Effing Dead. Gli effetti sonori sono di buona qualità, mentre le musiche, se ci sono, sono passate totalmente in secondo piano.


Iscriviti al canale di G969:

Primo impatto
 

L'impressione a caldo che ci ha fatto The Changing Body è che fosse un custom level di Effing Dead. Ne eredita praticamente tutto.
Nonostante la data di rilascio sia molto ravvicinata il prodotto sembra ancora piuttosto crudo, un aspetto per tutti è l'interfaccia dell'inventario, veramente poco curata. Altro aspetto che ci ha fatto storcere il naso sono i vari shortcut da tastiera e i controlli in generale. Barra+tasto sinistro, destro per mirare, sinistro per sparare, poi c, drag del mouse su tastiera, poi una combinazione di tasti sulla tastiera, tutto spesso da concatenare mentre cerchiamo disperatamente di mirare o salvar la pellaccia. Speriamo che il team lavori ancora su questi aspetti, o rischia di mettere in commercio un gioco si indie, ma che ha ancora il sapore del prototipo.

Non possiamo che fare il tifo per i nostri connazionali, che presentano un ottimo prodotto sul mercato mondiale, ma The Changing Body necessita di un abito più pulito e lucido al più presto.

Aspetti positivi

+ Carismatico
+ Ottima atmosfera
+ Ottimo motore grafico

Dubbi e perplessità

- Aspetto un po' acerbo
- Interfaccia inventario poco gradevole
- Curva della difficoltà da abbassare un poco