Anteprime
33 visite 0 commenti

Sniper Elite III Anteprima

Un posto al sole

di il 19 febbraio 2014 (11:53)
Il gioco
 
Redazione
Aspettativa
85


 

Quando Sniper Elite V2 arrivò due anni fa sulle nostre console, il gioco ci colpì principalmente per le sue atmosfere e le sue ambientazioni che richiamavano la Seconda Guerra Mondiale, da sempre fucina di idee per titoli improntati alla guerra, e riuscì a convincere oltremodo critica del settore e utenti appassionati di questo tipo di videogiochi che trovarono sin da subito il prodotto del team Rebellion perfettamente allineato alle aspettative.

Sniper-Elite-3-4

La Killcam rappresentò uno dei valori aggiuntivi del gioco, e  la possibilità di trovarsi faccia a faccia con Adolf Hitler non fece altro che accrescere la qualità del gioco, che pur presentando alcuni difetti e innegabili mancanze, riuscì alla fine a piazzarsi tra i migliori giochi usciti sulle console di vecchia generazione, per la felicità soprattutto di tutti coloro che amano i titoli dove il fucile da cecchino la fa indubbiamente da padrone.

Adesso però il team di sviluppo del gioco ha di fronte a sé larduo compito di portare questo titolo sulle console attuali, ossia PS4 e Xbox One (oltre che su PS3 e Xbox 360), e sicuramente questa operazione richiederà un impegno maggiore soprattutto nella correzione degli errori visti su piattaforme old gen, perché critica e pubblico, con larrivo della nuova generazione, sono diventati entrambi più esigenti e poco disposti a perdonare quelle mancanze che prima erano viste di buon occhio e che adesso, invece, potrebbero inficiare notevolmente la qualità e quindi il successo di un prodotto.

Pertanto Sniper Elite III si prepara allarduo compito di approdare sulle nuove console, con tutti gli oneri del caso. Noi ve ne offriamo un’anteprima, in attesa che il titolo arrivi finalmente sul mercato.

DAL GRIGIO DELLA GERMANIA AL SOLE DELL AFRICA

Ritroveremo Karl Fairburne ancora una volta pronto a combattere i suoi nemici nazisti, solo che al posto di farlo tra i palazzoni grigi della Germania nazista, porterà il suo fucile da cecchino nella soleggiata Africa del Nord, passando tra oasi verdeggianti e sabbie del deserto, sempre alla ricerca di nemici da stanare, in questa occasione immersi in un ambiente dove il non colore ha lasciato il posto al colore e dove il giallo del sole e del deserto finalmente la fanno da padrone in unambientazione nuova di zecca.

Una scelta sicuramente non casuale. LAfrica, con i suoi ampi spazi e i suoi orizzonti a perdita d’occhio, si presta a una innovazione del gameplay, ora meno prevedibile e meno scontato, dove le insidie aumentano in un Continente che è stato comunque scenario della Seconda Guerra Mondiale, ma che ha vissuto una guerra spesso dimenticata e poco raccontata. Di qui, la voglia degli sceneggiatori in primis di trasferire la trama del gioco nel Continente Nero, per riportare alla memoria anche un pezzo di storia spesso tralasciato e dimenticato.

sniper-elite-3

Sniper Elite 3 sarà però un prequel rispetto agli altri capitoli usciti sulle console di vecchia generazione. Torneremo al momento in cui gli Stati Uniti d’America decideranno di entrare in guerra, e potremo vedere la storia del grande conflitto mondiale attraverso lo sguardo disincantato di un tiratore scelto americano.

Dal grigiore della Germania ai colori dellAfrica sicuramente il cambiamento è notevole, e per certi versi fa temere anche una certa ripetitività delle missioni. Cosa che gli stessi ragazzi del team di sviluppo hanno però assicurato non succederà, e anzi, a conti fatti, ogni missione sarà diversa dallaltra e nessuna presenterà una linearità troppo marcata, proprio per consentire a questo titolo di uscire da uno schematismo che aveva rappresentato uno dei punti negativi dei capitoli precedenti.

Le mappe di questo terzo episodio atteso su PS4 e Xbox One offriranno ai videogiocatori una grande libertà di movimento, visto che le strade e i palazzi sono stati sostituiti da deserto e costruzioni tribali, con aree di gioco davvero molto vaste e la possibilità di scegliere tra un ventaglio di soluzione tutte atte al raggiungimento del nostro scopo, ossia quello di far fuori il bersaglio con il nostro fedele fucile da cecchino. Quindi il divertimento dovrebbe essere assicurato per molte ore di gioco che, a conti fatti, non dovrebbero mai risultare banali o ripetitive.

UNO SGUARDO AL GAMEPLAY

Considerando il cambio netto di ambientazione, anche il ruolo del tiratore scelto ha subito alcune interessanti modifiche. Per migliorare questo aspetto la produzione ha deciso di ingaggiare un cecchino professionista, tale Andy Marshall, che ha militato anche nellesercito britannico prima di ritirarsi in pensione. A lui si devono tutte le migliorie qui apportate alla figura di questo soldato specializzato che nella giungla di cemento di solito fa da appoggio agli altri soldati, difendendoli dalla sua postazione privilegiata, mentre negli spazi più ampi ha il compito di andare in avanscoperta per individuare i nemici e fornire informazioni ai suoi compagni.

Come ogni cecchino che si rispetti, prima di sparare il primo colpo dovremo trattenere il fiato per stabilizzare al massimo la nostra arma. Ogni colpo mancato potrebbe rivelarsi letale per la nostra sopravvivenza. Grazie a questa collaborazione, il sistema balistico, già ottimo nei precedenti capitoli, qui risulta essere perfezionato e migliorato al massimo, senza però dimenticare tutte quelle accortezze che in passato avevano fatto di Sniper Elite un titolo godibile per tutti.

Se riusciremo a far esplodere il nostro proiettile in maniera perfetta si attiverà la killcam, e una sorta di visione a raggi X ci permetterà di osservare lesplosione in tempo reale, con immagini estremamente crude e realistiche che ci mostreranno organi e tessuti andare in mille pezzi, con una buona dose di violenza gratuita. La mancanza di vere e proprie mutilazioni ha permesso agli sviluppatori di avere per il gioco la classificazione PEGI 16 che permetterà al titolo di Rebellion di approdare anche in Paesi, come la Germania, che solitamente non vedono di buon occhio la distribuzione di videogiochi ad alto tasso di violenza.

Unaltra componente molto importante del gioco è rappresentata ancora una volta dalluso del binocolo grazie al quale potremo scovare i nostri nemici, seguirne i movimenti e fiutare larrivo del pericolo, cosa che ci permetterà di lasciare velocemente la nostra postazione prima di essere scoperti e salvare così la pelle. Quindi, molte azioni veloci che andranno a implementare i lungi periodi di attesa per assestare il colpo migliore, rendendo così il gioco più vario e imprevedibile. Inoltre, gli ampi spazi dellAfrica del Nord ci permetteranno di pianificare con estrema attenzione le nostre prossime mosse studiando il territorio circostante ampio e variegato.

Peccato però che, a quanto sembra, anche questa volta lintelligenza artificiale dei nostri avversari non brilli di acume, tanto che non ci resta altro da fare che sperare in qualche miglioria anche in questo senso nei prossimi mesi, prima che il gioco raggiunga le nostre console casalinghe.

Per fortuna non mancheranno piccole missioni secondarie, come far esplodere qualche cisterna per confondere i nemici o sabotare qualche mezzo, così che i nostri avversari non ci possano inseguire sulle loro camionette verdi.

Sniper-Elite-3 (1)Comunque, conoscere in anticipo i gradi dei militari nemici e le armi a loro disposizione ci permetterà di far fuori magari il comandante delle truppe, gettando così gli altri soldati presenti sul campo in un panico emotivo che li porterà a fare scelte azzardate e poco felici.

La nuova ruota dellinventario ci faciliterà certo il compito di selezione dei tool più adatti al bisogno. Naturalmente, anche questa volta è possibile scegliere un approccio meno stealth e più action per eliminare i nemici. Per intenderci, un corri e spara mitra alla mano che, però, è vivamente sconsigliato in quanto difficilmente riusciremo a sopravvivere. Se poi decidiamo di affrontare il gioco in modalità “realismo” (una nuova modalità estremamente difficile inserita qui per la prima volta), cercare di rubare unarma indisturbati sarà un’utopia pura e semplice che magari potrà riuscire solo ai videogiocatori più capaci.

Naturalmente, completando le missioni potremo migliorare le nostre armi grazie allacquisizione di nuovi pezzi, come canne, otturatori, mirini, che possono modificare la resa del fucile e la sua precisione. Anche le armi a corto e a medio raggio che porteremo con noi potranno essere migliorate, anche se il loro utilizzo, come già detto, è fortemente sconsigliato.

ASPETTI TECNICI

Sniper Elite III sarà un titolo destinato anche alle console old gen, ma presenterà la novità di girare anche su Xbox One a 1080p nativi, un bel risultato per la piattaforma Microsoft che fino ad ora aveva sofferto per questa mancanza.

Texture e modelli poligonali sono stati molto migliorati rispetto al passato, e la palette cromatica, oggi più varia grazie alla nuova ambientazione di gioco, risulta ben miscelata e utilizzata, con colori vivi e accessi che ben rimandano ai giochi di luce e ombre creati dal sole africano, caldo e accecante. La vegetazione circostante, da quanto visto fino ad ora, potrebbe essere sicuramente migliorata, soprattutto in relazione ai piccoli movimenti delle foglie che sembrano per il momento fin troppo statiche.

Sniper Elite 3Le mappe presenti in Sniper Elite III risultano essere molto più grandi rispetto a quelle viste nei capitoli precedenti, e questo rappresenterà sicuramente uno dei punti a favore di questo titolo.

La campagna gode di una buona longevità che si andrà ad attestare sulle 12/14 ore di gioco, e alcune interessanti novità saranno presenti anche nel comparto multiplayer con la storyline principale che potrà essere giocata anche in modalità cooperativa online e con la presenza di una componente competitiva che prevederà fino a 12 giocatori, contro gli otto dei precedenti capitoli.

Infine, una grafica complessivamente migliorata e un sonoro allaltezza della situazione vengono a comporre questo titolo che sicuramente farà la felicità di tutti i videogiocatori appassionati di cecchinaggio, bissando così i buoni risultati del passato

Primo impatto
 

Sniper Elite III ha sicuramente alzato lo standard qualitativo della serie. Il team di sviluppo di Rebellion ha deciso di mettere a frutto la propria passata esperienza per creare un gioco capace di accontentare ancora gli amanti del genere, con nuove e suggestive ambientazioni, mappe più ampie e missioni più variegate. Inoltre, le nuove meccaniche di gioco dovrebbero garantire al titolo quelle migliorie che sicuramente alzerebbero il voto finale di un titolo che si era già distinto come più che buono e interessante nel mondo video ludico in continua evoluzione. Di certo l'arrivo su console next gen dovrà necessariamente spazzare via la maggior parte dei difetti visti in passato, ma a quanto sembra i ragazzi di Rebellion stanno facendo davvero un ottimo lavoro. Non ci resta altro da fare che aspettare ulteriori novità, in attesa che Sniper Elite III arrivi finalmente sulle nostre console.

Aspetti positivi

Mappe suggestive
Nuove meccaniche di gioco

Dubbi e perplessità

Qualche difetto visivo ancora da limare
Sarà in grado di dire la sua sulle console next-gen?

FacebookTwitterGoogle+RedditLinkedInEmailPocket