Anteprime
0 commenti

Oreshika: Tainted Bloodlines Anteprima

di il 18 aprile 2014 (10:00)
Il gioco
 
Piattaforma
Genere
Redazione
Aspettativa


 
RedditLinkedInEmailPocket


Oreshika: Tainted Bloodlines è il secondo episodio di una serie RPG nota in giappone con il nome di Sopra al mio cadavere che fece il suo debutto nel lontano 1999 su PsOne. Il titolo presentava meccaniche uniche per il suo genere, dando la possibilità ai giocatori di vedere crescere, di generazione in generazione, una famiglia di combattenti colpita da una tremenda maledizione: qualunque esponente del liniaggio di sangue appartenente alla casata maledetta è destinato a morire dopo due anni a partire dalletà adulta. Over my Dead Body 2 o, come arriverà in Europa, Oreshika: Tainted Bloodlines, riprenderà lo stesso concept alla base del titolo originale, trasportando le gesta della famiglia maledetta in un una nuova, elegante veste grafica resa possibile dalla potentissima console portatile Sony.

ore_no_shikabane_o_koete_yuke_2_screen_51

Alla base del titolo, come anticipato poco sopra, vi è la possibilità di influenzare la genealogia del clan di guerrieri protagonisti dellepopea ruolistica, andando a modificare i tratti somatici delle discendenze e le loro caratteristiche più incidenti sul gameplay, come qualità di battaglia, tecniche e job selezionabili. Ad esempio, il figlio di due potenti stregoni sarà naturalmente portato allo studio delle arti arcane.

In Oreshika vi sono 8 classi personaggio base che si dividono fra varianti votate al combattimento ravvicinato e guerrieri maggiormente avvezzi alluso di armi dalla lunga gittata.

036Allinizio del gioco la famiglia al centro delle vicende viene letteralmente fatta a pezzi da un misterioso ventriloquo di nome Abeno. A riportare in vita i singoli esponenti e condannare, così, le seguenti generazioni a una dura lotta per la sopravvivenza è la Dea evocatrice Nueko, personaggio che rientrerà più tardi nel party come elemento portante della squadra.

Il gioco avrà unambientazione sospesa fra le influenze grafiche profondamente radicate nelle opere di Hokusai e il medioevo giapponese, in cui folklore e realtà non presentano più alcun linea di distinzione. Lintera nazione immaginaria sarà esplorabile e sarà possibile anche incrociare i geni della famiglia protagonista con quelli degli esponenti di tribù provenienti da terre lontane. Oltre alla possibilità di viaggiare verso orizzonti sconosciuti, il giocatore potrà scegliere di adottare bambini di lignaggio diverso e provare a mescolare le loro caratteristiche con quelle dei personaggi già arruolati.

0341Il passaggio dei geni non avviene, come sarebbe normale aspettarsi, attraverso una breve storia damore, bensì attraverso un rituale magico che permette alla famiglia di passare, di padre in figlio, le caratteristiche e le qualità combattive del genitore. I membri della famiglia maledetta, infatti, non possono avere bambini se non con altre persone afflitte dalla stessa maledizione. Diversamente, il solo modo che hanno di procreare è quello di affidarsi a rituali magici.

Shoji Masuda, director del progetto, si è detto sempre interessato a presentare, nellaspetto dei personaggi, caratteristiche e peculiarità fisionomiche degli antenati, in modo da incarnare un vero e proprio senso di continuità della specie, man mano che il giocatore continuerà gli eventi della storia. Per fare questo, il titolo permette di scattare una propria foto e regalare il proprio aspetto al capofamiglia del clan protagonista. Ovviamente, questa caratteristica che farà impazzire gli amanti dei gimmick sarà affiancata da un editor personaggio che permetterà di scendere nel dettaglio dei singoli personaggi.

Anche il vestiario e il look dei discendenti verranno profondamente influenzati dalla figura del capofamiglia, che passerà ai discendenti non solo i propri geni, ma anche vessilli e colori che definivano il suo clan nel momento in cui era in vita.

Una grande villa fungerà da base per le proprie imprese, mentre città e villaggi vicini saranno visitati soprattutto per fare il pieno di provviste ed equipaggiamento di sorta.

ore28

Il sistema di gioco baserà le propria fondamenta sul sistema rodato degli RPG a turni, dove la gestione di oggetti e strategie si dipanerà attraverso fitti menù didascalici. Allinterno dei dungeon sparsi qua e là per il mondo, il giocatore potrà affrontare demoni e mostri provenienti dallimmaginario folkloristico giapponese. Le ambientazioni saranno molteplici, ma si baseranno soprattutto su paesaggi naturali, come caverne, foreste, templi e grandi ville. Le tipologie di dungeon varieranno a seconda della grandezza della città nei pressi della quale si sviluppano, e ogni labirinto vedrà la presenza di un boss, un nemico formidabile, alla sua conclusione.

I personaggi potranno usare abilità e tecniche segrete durante i combattimenti. Lincidenza del drop item, ossia della possibilità che alla fine del combattimento si venga ricompensati con un oggetto, verrà influenzata da una slot machine che apparirà durante la battaglia.

0331Gli scontri vedranno squadre composte da quattro elementi: il leader e tre compagni. E possibile comandare tutti e quattro i personaggi direttamente o lasciare che i tre guerrieri a fianco del leader vengano comandati da una I.A. basata su strategie predeterminate. Vincendo le battaglie sarà possibile guadagnare punti esperienza e dedication points, punti affinità che andranno a influenzare la cerimonia di passaggio dei geni da genitore a discendente. I nemici verranno visualizzati sulla mappa e, a seconda della posizione del protagonista durante lincontro, il giocatore beneficerà di bonus durante la battaglia. Ciò significa che, attaccando un nemico sulla mappa alle spalle, ci si posizionerà in vantaggio rispetto lavversario.

A destra dello schermo sarà posizionata una figura simile al quadrante di un orologio che andrà a indicare il passaggio del tempo e quanto rimane da vivere alla generazione di eroi comandata. Dato che i protagonisti potranno sopravvivere per soli due anni a partire dalletà adulta, sarà di vitale importanza tenere sottocchio lincidere inesorabile del tempo. Non vorrete mica che finiscano per morire proprio durante una battaglia con un boss, nevvero?

 

Primo impatto
 

Oreshika: Tainted Bloodlines potrebbe rivelarsi uno dei titoli più interessanti dell'anno in corso. Benché le aspettative di localizzazione fossero misere, Sony ha deciso di portare anche sul nostro mercato questo atipico RPG che, per stile grafico di riferimento ed ambientazioni, potrebbe ricordare ai più il tenero Okami di Capcom. Solo il tempo ci saprà dire se un RPG come questo è quello di cui PsVita ha bisogno per spiccare il tanto fatidico salto di vendite sul mercato occidentale.

Aspetti positivi

- Stile grafico molto attraente
- Meccaniche di gioco uniche

Dubbi e perplessità

- Troppo atipico per i palati occidentali?