Anteprime
290 visite 1 commenti

Life is Strange Anteprima

Erase/Rewind.

di il 4 settembre 2014 (12:00)
Il gioco
 
Redazione
Aspettativa


 
RedditLinkedInEmailPocket


Remember Me si è presentato come uno dei progetti più interessanti che hanno visto la luce durante gli ultimi anni della settima generazione di console. Dietro a un gameplay action non particolarmente innovativo e a un ambiente di gioco tutto sommato piuttosto limitato, si nascondevano unatmosfera e una ricercatezza a livello artistico e di tematiche davvero invidiabili. Come se ammirare una versione futuristica di Parigi non fosse sufficiente per pagare il prezzo del biglietto, Remember Me ci permetteva di riflettere su alcuni argomenti delicati e affascinanti come la memoria e la sua manipolazione, il tempo e il concetto di identità proprio di ogni essere umano. Nonostante le buone premesse e le valutazioni generalmente positive, la produzione Dontnod Entertainment non è riuscita a macinare dati di vendita esaltanti, tanto che lo sviluppatore francese ha rischiato di chiudere definitivamente i battenti. Square Enix ha però deciso di credere in Dontnod, sostenendo la software house nel nuovo progetto presentato in dettaglio, con tanto di videogameplay, alla Gamescom di questanno. Life is Strange si allontana dalle meccaniche action dellultimo lavoro della software house, delineandosi come un titolo affine a produzioni prettamente narrative, un titolo capace di unire Gone Home, alcune tematiche riprese da Remember Me e il gameplay e la struttura episodica di The Walking Dead. Le informazioni a disposizione sono tutto sommato poche, ma il tripla A indie confezionato da Dontnod potrebbe rivelarsi un piccolo capolavoro e un vero salto di qualità per lo studio parigino.

Life is strange

Losing Touch

Lamicizia e il particolarissimo rapporto che si instaura tra due persone non è sicuramente un tema inedito nel mondo dei videogiochi. Bisogna ammettere, però, che nella maggior parte dei casi ci si è trovati di fronte a una rappresentazione tutto sommato superficiale e stereotipata, e la maggioranza delle produzioni non dimostrano la qualità nella scrittura che sembrerebbe garantire Life is Strange. Il rapporto tra la protagonista, Max, e Chloe si è incrinato quando il nostro alter ego (Max) ha lasciato la propria città natale 5 anni prima degli avvenimenti narrati nel titolo Dontnod. In questi 5 anni Chloe ha dovuto affrontare momenti difficili, come la morte del padre, che lhanno trasformata nella ragazza ribelle, tormentata e incapace di andare daccordo con lautorità (rappresentata dal patrigno) che si presenta di fronte ai nostri occhi. Lamicizia di Rachel Amber si è dimostrata lunico appiglio in un periodo così difficile. Rachel è sempre stata presente, un faro in un oceano di disperazione e di brutti avvenimenti, una ragazza che ha in un certo senso rimediato alle mancanze della protagonista Max. Il breve videogameplay mostrato durante la Gamescom vede Max ritornare nella propria città natale, Arcadia Bay, e collaborare con Chloe per indagare sulla misteriosa scomparsa di Rachel. Lo storytelling confezionato dalla software house francese è ancora avvolto nel mistero, ma sin da ora possiamo dirci piuttosto soddisfatti della cura riposta nella caratterizzazione delle due ragazze protagoniste della sessione di gioco mostrata. Non è facile riallacciare i rapporti dopo così tanti anni di distanza, e Chloe dimostra piuttosto chiaramente di essersi sentita tradita e abbandonata da una persona che considerava unamica fidata. Sarà quindi molto interessante osservare come cambieranno le interazioni tra le due ragazze durante le ore di gioco e i diversi episodi, interazioni che sin da ora si dimostrano realistiche e credibili. Dal punto di vista dello storytelling, la vicenda non si svilupperà esclusivamente attraverso i dialoghi e le scene di intermezzo, ma la narrazione ambientale si rivelerà fondamentale per scoprire diversi dettagli riguardanti il mondo di gioco e gli npc che lo popolano. Limportanza dellosservazione è palpabile e molti oggetti susciteranno in Max delle emozioni, dei ricordi o più semplicemente delle riflessioni che potremmo ascoltare attraverso le parole della protagonista stessa. Questa sorta di dialogo interiore ci permetterà di empatizzare con Max, instaurando un rapporto profondo con il nostro alter ego.

Durante i primi mesi del 2014 la notizia della bancarotta di Dontnod Entertainment aveva spiazzato buona parte del mondo videoludico. Remember Me non era sicuramente un gioco perfetto, ma le ottime qualità dal punto di vista artistico e le buone premesse a livello di trama bilanciavano le magagne del lato gameplay, confezionando unopera nel complesso molto interessante. Le vendite, però, non si rivelarono sufficienti per coprire i costi di sviluppo di un progetto tanto ambizioso. Nonostante la situazione piuttosto preoccupante, la software house parigina è riuscita a sopravvivere grazie alla ristrutturazione interna e al sostegno di Square Enix nello sviluppo del nuovo titolo Life is Strange.

Un altro elemento che suscita la nostra curiosità è rappresentato dalla particolare abilità di Max. La protagonista è, infatti, in grado di tornare indietro nel tempo, modificando le proprie azioni o le proprie parole. Questo particolare meccanismo potrà essere utilizzato per rimediare agli errori commessi, ma anche per scoprire cosa sarebbe successo nel caso in cui avessimo posto una domanda differente o avessimo compiuto unazione opposta rispetto a quella effettuata. Il concetto di scelta si potrebbe dimostrare profondamente diverso dalla maggior parte delle produzioni: non ci troveremo di fronte a scelte fisse e ben precise, ma il nostro potere ci permetterà di esplorare diverse alternative prima di seguire lo scenario che reputeremo migliore.

life is strange 1

Chloe la ribelle!

The Relativity of Time

Il gameplay di Life is Strange unisce al suo interno originalità e tradizione proprio come spiegato dai ragazzi di Dontnod Entertainment. Life is Strange è unavventura caratterizzata da tutte le meccaniche tipiche di questo genere, ma allo stesso tempo abbiamo inserito una novità, una scintilla di originalità, il nostro tocco personale. Dando un primo sguardo al materiale mostrato durante la Gamescom, saltano immediatamente allocchio le affinità con le avventure episodiche di Telltale Games. Lesplorazione e linterazione ambientale si riveleranno molto importanti nelleconomia di gioco, e attraverso un semplice tasto potremmo osservare più approfonditamente ogni oggetto che life is strangepopola lambiente intorno a noi. E molto interessante notare che, durante queste sezioni, Max ci fornirà informazioni e maggiori dettagli sul proprio passato e sulla situazione attuale attraverso ricordi e/o riflessioni più o meno significative per la risoluzione del mistero dietro alla scomparsa di Rachel. La software house francese non ha mostrato altre sezioni al di là di quella esplorativa, ma da buon esponente del genere saranno presenti anche i dialoghi, fondamentali per rapportarsi con gli altri personaggi e in particolare con Chloe. Fino a questo momento Life is Strange si presenta come unavventura senza particolari innovazioni, ma in realtà il potere della protagonista permette di variare non poco lesperienza di gioco. I puzzle che dovremo risolvere sfrutteranno a dovere questa meccanica e gli stessi dialoghi potranno essere affrontati in maniera piuttosto innovativa. Il concetto stesso di trial and error assume una connotazione completamente nuova che ci permetterà di tornare sui nostri passi risolvendo gli errori effettuati. Grazie alla manipolazione del tempo potrebbe essere possibile analizzare ogni diverso scenario, scegliendo infine quello che farà al caso nostro. Per il momento non abbiamo idea delleffettiva profondità di questa manipolazione, ma le possibilità sono potenzialmente infinite.

Life_Is_Strange 06

Hand Painted

Se la narrazione e il gameplay ci hanno suscitato una buonissima impressione, laspetto puramente tecnico di Life is Strange ci ha trasmesso dei sentimenti contrastanti. Il materiale mostrato ha evidenziato alcuni problemi soprattutto nella modellazione poligonale e nellespressività dei volti, sia di Max sia dei comprimari. Se anche la qualità delle animazioni non fa gridare al miracolo, lavventura Dontnod si risolleva grazie a uno stile davvero notevole, uno stile garantito in particolare dalle texture completamente disegnate a mano dal team francese. La sensazione di trovarsi effettivamente di fronte a un dipinto in movimento è palpabile e la stessa interfaccia presente a schermo trasmette con efficacia lunicità e la ricercatezza dal punto di vista artistico della produzione. I difetti, dunque, non mancano, ma la mancanza di una data duscita ufficiale lascia buono spazio di manovra al lavoro di ottimizzazione e di perfezionamento della software house parigina. Per il momento non è possibile dare un giudizio definitivo neanche dal punto di vista del doppiaggio: lunica voce apprezzata durante il videogameplay è stata quella di Max, e nonostante lottima interpretazione, non si hanno informazioni sulla qualità del lavoro effettuato sui comprimari e sugli npc.

Primo impatto
 

Dontnod Entertainment ha una seconda occasione con Life is Strange. Abbandonate le velleità action e gli scenari fantascientifici di Remember Me, la software house si è messa al lavoro su un titolo che punta tutto sulla trama e sulle possibilità garantite dal potere di manipolazione del tempo di Max. Se questa particolare meccanica saprà coniugarsi con l'importanza delle scelte e dei dialoghi tipici delle avventure episodiche di questo tipo, Life is Strange potrebbe delinearsi come un titolo di assoluta qualità.

Aspetti positivi

+ Personaggi credibili e ottimamente caratterizzati
+ La manipolazione del tempo apre molte possibilità dal punto di vista della narrazione e del gameplay
+ Stile da vendere
+ Temi trattati interessanti

Dubbi e perplessità

- Comparto tecnico claudicante
- Enigmi troppo semplici?
- La narrazione sarà all'altezza?

  • Alessandro Baravalle

    Una serie episodica potrebbe essere ciò che ci vuole per Dontnod. I temi interessanti e maturi sono molto interessanti, sicuramente cè bisogno di giochi di questo tipo tra i videogiochi. Che ne pensate?