Anteprime
0 commenti

FIFA 15 Anteprima

il 11 luglio 2014 (15:00) di @Demonico7
Il gioco
 
Redazione
Aspettativa


 
FacebookTwitterGoogle+RedditLinkedInPocket


Se con lultimo episodio regolare della simulazione calcistica secondo EA Sports la serie ha salutato degnamente le piattaforme old-gen, che da qui in poi si limiteranno a ospitare i titoli targati Electronic Arts senza sostanziali cambiamenti, FIFA 15 rappresenta il nuovo che avanza. Nel corso della presentazione, avvenuta in occasione dellE3 2014 di Los Angeles, Nick Channon e Sebastian Enrique, senior producer e producer del nuovo capitolo, hanno mostrato alcuni elementi che non hanno mancato di surriscaldare gli animi dei presenti. Le versioni PlayStation 4 e Xbox One di FIFA 14, del resto, avevano già lasciato trasparire grandi e succose novità in ambito next-gen, come lintroduzione del nuovo engine Ignite, anche se misteriosamente alleggerite di un paio di modalità. Quel che è certo è che la folta schiera di appassionati si aspetta il salto generazionale, soprattutto dopo aver sborsato una somma consistente per acquistare le nuove piattaforme Sony e Microsoft.

FIFA 15 è effettivamente il primo vero capitolo della serie realmente di nuova generazione, dato che la base di partenza, comprensiva ovviamente di assets e librerie, è in comune tra PC, PlayStation 4 e Xbox One. Lintento di EA Sports con la sua nuova creatura è sempre il medesimo, limato e ottimizzato edizione dopo edizione, ovvero offrire unesperienza in tutto e per tutto simile a quella ammirata in televisione, dove sono le emozioni a farla da padrone. In questo senso, le emozioni sono sia quelle dellutente sia quelle dei 22 giocatori sul campo, tra di loro connessi tramite alcune linee comportamentali che escono sempre più allo scoperto allaumentare della pressione. Per fare un esempio pratico, se sarete impegnati a correre a perdifiato per sbloccare uno scomodo risultato nei minuti finali e un avversario fermerà la vostra corsa con un fallo tattico, il vostro alter ego si alzerà e reagirà con uno scatto di rabbia, che potrà consistere in uno spintone oppure in una fitta ragnatela di insulti indirizzati allautore del contrasto.

fifa-15-screenshot6FIFA-15-screenshot

Inutile dire che tutti questi stati emotivi, regolati automaticamente in base a quello che accade sul terreno di gioco, contribuiscono non poco alla costruzione di un climax realistico e di effetto, oltre che ininfluente ai fini del puro gameplay. Allo stesso modo, il terreno di gioco si usurerà sempre di più con il passare dei minuti e delle azioni, portando tutti i segni della battaglia a fine partita, così come la bandierina del calcio dangolo reagirà in maniera realistica a ogni pallone che ci andrà a impattare e la rete si gonfierà e seguirà la traiettoria della sfera finché questultima non toccherà terra.

Sugli spalti, invece, mai come ora si sentirà il peso delle speranze della propria tifoseria a ogni azione. Gli stadi saranno infatti vivi e animati da una grande quantità di appassionati, completamente rivisti sia nellaspetto sia nelle animazioni, che si muoveranno e inneggeranno alla propria squadra del cuore in maniera davvero realistica, comportandosi esattamente come si è soliti fare nei diversi Paesi del mondo e fornendo uno spaccato di come si tifa in Germania piuttosto che in Italia oppure in Inghilterra. Le squadre più importanti avranno comunque un tifo personalizzato, che non mancherà di esprimere il proprio entusiasmo a ogni rete andata a segno oppure di mostrare disappunto in caso di clamorose occasioni sprecate, in maniera simile a quanto visto nel recente Mondiali FIFA Brasile 2014, in questo caso con le dovute innovazioni e migliorie di sorta.

A completare il tutto cè una gestione dei replay finalmente distante da tutto quello che ci siamo sorbiti da una decina di anni a questa parte e più vicina, neanche a dirlo, agli highlights che arricchiscono e consentono di ammirare più nel dettaglio le gesta dei propri eroi del pallone. Non più un susseguirsi di immagini, ma vere e proprie mini-sintesi arricchite di commento che sottolineano sia i goal sia i momenti più belli della partita, restituendo al giocatore anche il piacere di godersi gli attimi che precedono linizio del secondo tempo.

Forma smagliante

fifa-15-screenshot7

I dubbi che attanagliano la maggior parte degli appassionati sono concentrati sul comparto tecnico di FIFA 15, e a questo proposito ci fa molto piacere rivelarvi che lultima fatica di EA Sports segna davvero un passo avanti rispetto a quanto visto con le precedenti edizioni su next-gen, che di fatto hanno segnato lapprodo del franchise su PlayStation 4 e Xbox One. Il rinnovato sistema di illuminazione dinamica cambia profondamente la gestione delle fonti luminose, che rimbalzano sulle diverse superfici e riflettono il passano delle ore, come nel caso di una partita iniziata nel tardo pomeriggio che si protrae fino a notte, scivolando man mano nelloscurità.

Pesantemente rivisti anche i modelli poligonali dei calciatori, che, grazie alla mole poligonale superiore, sono ora dei veri atleti dai corpi tonici e perfettamente definiti, relegando al passato quei modelli sproporzionati e dalle spalle spesso troppo larghe. Le nuove animazioni, alcune delle quali prese da Mondiali FIFA Brasile 2014, portano inoltre a nuovi tiri e passaggi, che, insieme alla fisica migliorata della sfera, danno vita a quello che può benissimo essere considerato uno spaccato di quanto si è soliti ammirare in televisione. Oltre a questo, le celebrazioni sono finalmente molto più varie e personalizzate a misura di top player, e portano a festeggiamenti sempre diversi grazie a nuove routine procedurali che tengono conto di fattori come limportanza della rete e il posizionamento dei compagni nelle vicinanze immediatamente dopo la realizzazione. Lattenzione per i particolari, come visto nel caso dei movimenti della bandierina e del manto erboso a fine partita, non mancano di certo, e fanno molto ben sperare anche in virtù del fatto che quanto mostrato finora non è altro che una build completa al 60%, il che lascia ampio spazio a ulteriori migliorie.

Cambio al microfono. EA Sports ha recentemente ufficializzato i nomi dei due telecronisti italiani presenti nella nuova edizione del suo simulatore calcistico. Pierluigi Pardo e Stefano Nava prenderanno infatti il posto di Fabio Caressa e Luca Marchegiani, passati alla concorrenza targata Konami. Ci auguriamo che una simile iniziativa riesca ad apportare nuova linfa vitale a un comparto purtroppo ancora molto arretrato e sottovalutato, se messo in relazione ad altri elementi, come quello della telecronaca in un gioco di calcio.

Feel the Game

fifa-15-screenshot9

Sul fronte gameplay, lottima base di partenza di FIFA 14 cè e giustamente si vede, ma le novità sono comunque ben visibili grazie a unIA raffinata e ora molto più adattiva ai movimenti del portatore di palla. Gli sviluppatori hanno puntato molto sul concetto di umanità, migliorando e raffinando quanto di buono fatto nei precedenti capitoli. Ogni giocatore, grazie a una decisa connessione tra i membri dello stesso team, è ora in grado di interpretare tutte le possibilità e gli sviluppi offerti da una singola azione in base alle caratteristiche e alle preferenze di ogni giocatore, oltre che alla posizione dei compagni. Tutto questo porta ad azioni finalmente imprevedibili e molto più realistiche, con manovre più articolate sia per quanto riguarda il movimento di sovrapposizione sia per quel che concerne la fuga sulle fasce, ma solamente dopo essersi liberati dei centrocampisti e dei terzini avversari con qualche rapido scambio.

Maggiore attenzione è stata posta anche ai movimenti in difesa, ora più disposti a una lettura delle azioni più coerente e a una capacità di anticipare i movimenti e le conclusioni dei giocatori lanciati allattacco. Saltare lultimo uomo come se nulla fosse è ora molto più difficile, complice una diversa interpretazione dei tempi che permette ai difensori di bloccare lavversario in uno stretto fazzoletto di campo quanto basta a far intervenire un altro difensore in supporto, mentre anche il portiere è sembrato essere più reattivo e in grado di far fronte a conclusioni che, nelle edizioni passate, avrebbero immediatamente bucato la rete. EA Sports ha tenuto a precisare di aver fatto tesoro dei feedback degli utenti relativi a FIFA 14, che hanno permesso di fare grande attenzione al bilanciamento dei cross e dei colpi di testa, una vera e propria piaga nel precedente capitolo del calcistico, grazie a una fisica più realistica della palla che si ripercuote anche sulle conclusioni aeree, rendendo molto più difficile insaccare con precisione chirurgica a ogni lancio lungo.

fifa-15-screenshot8

Palla al piede, il controllo della sfera risulta ancora una volta ulteriormente migliorato, soprattutto nelle giravolte palla al piede, che permettono ora di ammirare movimenti più fluidi e realistici. Abbandonarsi per una decina di minuti al calcio spettacolo e divertirsi giocando in tutta libertà con la sfera mostra inoltre una rinnovata attenzione nei confronti della personalità di quei top player che dei giochetti hanno fatto il proprio marchio distintivo. Un dribbling di Messi, per esempio, sarà del tutto differente da uno di Bale, dato che il primo si lascerà andare a una giocata composta da molteplici e velocissimi tocchi e cambi di direzione, il secondo utilizzerà principalmente un solo piede per sbilanciare il suo marcatore e poter correre a folle velocità in direzione della porta avversaria. Come in FIFA 14, anche lultima fatica di EA Sports pone molta attenzione nella lotta al centrocampo e nella battaglia per il possesso palla, che può stavolta contare su una protezione del pallone molto migliorata, con giocatori che utilizzano ogni arto del proprio corpo per mantenere la palla anche nelle situazioni più complicate, pronti a scaricare con un passaggio o un lancio lungo dopo il guizzo di un proprio compagno. In questo senso acquisisce molta più importanza anche la semplice trattenuta della maglietta di un avversario lanciato in corsa, un gesto spesso e volentieri di vitale importanza nellattesa che qualche difensore accorra in proprio soccorso.

Unaltra sostanziale rivoluzione è rappresentata dalle tattiche a disposizione, che finora non hanno fatto tutta questa differenza sul campo in termini di modifiche allapproccio dei diversi momenti della partita, in stretta relazione tanto per quanto riguarda la squadra controllata dal giocatore sia per quella gestita dallIA. Il ritmo di gioco risulta quindi arricchito e migliorato da tutta una serie di possibilità fino a questo momento inedite, con match regolati da allenatori che gestiscono al meglio la propria rosa, gestendo il risultato oppure lanciandosi allattacco in ogni occasione utile allo scopo di recuperare lo svantaggio al più presto. Queste funzioni di team tactics non sono ancora state mostrate nel corso di una prova diretta, ma dalle informazioni ufficiali rilasciate da EA Sports ci auguriamo davvero di poter finalmente giocare partite dinamiche e adrenaliniche, complice unIA che reagisce in base a ogni azione dellutente, abbandonando il classico e innegabile sviluppo prevedibile che ci ha accompagnato finora. Sul fronte modalità, considerando che molto verrà rivelato nei prossimi mesi, non manca il Tournament, così come lopzione Ospite e lamatissima Ultimate Team.


Primo impatto
 

Il vero approdo del franchise su next-gen è di quelli memorabili e spettacolari, con un titolo sapientemente rinnovato capitolo dopo capitolo. EA Sports ha sempre dimostrato di non accontentarsi mai e di apportare grandi modifiche e migliorie di anno in anno. E' successo con FIFA 14, con cui il team ha ulteriormente migliorato la più vincente delle formule, e accadrà anche con FIFA 15, che si presenta ricco di novità e ottimizzazioni. Nell'attesa di venire a conoscenza di tutte le modalità di gioco, chiudiamo gli occhi e ripensiamo a quanto di bello visto all'E3. Feel The Game!

Aspetti positivi

Tante novità rispetto al precedente episodio;
La solita cura per i particolari di EA Sports;
L'hardware next-gen è sfruttato come si deve;
IA profondamente rivista e migliorata;
Le emozioni scendono in campo;

Dubbi e perplessità

Ci aspettiamo molte migliorie nelle uscite dei portieri;
Attendiamo una prova sul campo per renderci conto delle modifiche apportate alla letale combo cross+colpo di testa;