Anteprime
240 visite 0 commenti

Dead Island 2 Anteprima

Altra carne guasta da eliminare!

di il 24 giugno 2014 (16:17)
Il gioco
 
Redazione
Aspettativa


 
RedditLinkedInEmailPocket


Fra la massa di filmati usciti durante l’appena concluso E3 di Los Angeles si è in un certo senso distinto il primo teaser trailer del survival horror Dead Island 2, terzo capitolo del franchise a tema zombie e vero sequel di Dead Island del 2011 (Dead Island Riptide, uscito nel 2013, non può essere considerato un seguito, ma più una corposa espansione del primo episodio). Le informazioni che abbiamo in mano sono molto poche, ma d’altronde il titolo, sviluppato da Yager Development, è previsto per il prossimo anno e le notizie mano a mano si accumuleranno nel corso dei prossimi mesi.

Dead Island 2 (2)

Se il video è indicativo della direzione che il gioco prenderà, possiamo aspettarci vari cambiamenti: il trailer di Dead Island cercava di stimolare la componente emotiva, mostrando a ritroso la triste fine di una famiglia di turisti, in particolare della figlioletta. Il video del nuovo capitolo (ed ecco il primo motivo di distinzione) punta sull’effetto comico e sull’ironia, spiazzando lo spettatore che solo alla fine ha la certezza di sapere di che cosa si tratta. Il protagonista è un tonico sportivo che inizia a fare jogging, mentre il mondo attorno a lui si rivela malato, infestato da zombie famelici che aggrediscono umani. Un cambio di inquadratura svela da subito ciò che si rivelerà essere un grosso problema: una ferita sul polso, segno che anche il nostro corridore è stato infettato. Presto inizieranno gli inevitabili cambiamenti fisici e… la fine, per chi ancora non l’ha vista, può essere gustata nel trailer in calce all’articolo. Molto divertente.

Si sa che la vicenda inizia alla fine del precedente capitolo: l’infezione da parte degli zombie non è stata debellata, ma si è cercato di arginarla nel miglior modo possibile: l’intera California, devastata e decimata, è diventata un’enorme zona di quarantena (per quanto ancora?). Qui troviamo il protagonista Max (con il suo gatto Rick) che si barcamena come può in questa situazione estrema, trovandone anche lati positivi, come un ritmo di vita meno frenetico e lontano da imposizioni e regole. La modalità single player, quindi, può essere una buona occasione per una storia avvincente e interessante.

Dead Island 2 (3)

Nella modalità multiplayer, su cui sembra che il team di sviluppo stia concentrando in maniera particolare il proprio interesse, le classi di personaggi da scegliere sono quattro: Hunter, Berserker, Bishop e Speeder, ognuna con le proprie abilità peculiari, armi e caratteristiche con cui massacrare gli zombie che cercheranno di sopraffarci. In particolare, l’Hunter è pratico nel colpire a distanza, il Berserker è grosso e munito di un micidiale martello a due mani,  il Bishop ama gli esplosivi e le molotov e lo Speeder è, ovviamente, veloce e specializzato nell’uso degli strumenti da taglio.Tali armi non saranno però solo quelle classiche: potremo utilizzare in modi “creativi” gli oggetti che troveremo disseminati in giro, magari combinandoli fra loro per aumentarne l’efficacia offensiva e distruttiva (un po’ come avviene in Dead Rising, insomma).

Durante la fiera è stato anche mostrato un video di gameplay, anche se ciò che si è visto era in una fase preliminare, in pratica una versione alpha, datata 2013. Il punto di forza è rappresentato dall’uso di Unreal Engine 4, motore con grosse potenzialità, ma ancora in una fase troppo acerba per poter dare pareri accurati sul comparto grafico: il primo capitolo non brillava particolarmente da questo punto di vista, ci si aspetta che da qui al prossimo anno gli sviluppatori raggiungano una qualità complessiva allineata a quella delle produzioni next-gen. Le immagini mostravano sequenze di combattimento con una certa varietà complessiva, sia per quanto riguarda la tipologia dei nemici che si andranno ad affrontare, sia a proposito dei diversi approcci alle uccisioni: a seconda del nemico e dell’ambiente in cui ci troveremo, si potrà scegliere se privilegiare la forza bruta in un attacco diretto e frontale o se piuttosto cercare di attirarlo in trappola e attaccarlo a sorpresa, elaborando una tattica al momento. Gli elementi ruolistici presenti in Dead Island fortunatamente pare che verranno mantenuti.

Dead Island 2 (1)

Il vero cuore del gioco sarà sicuramente la modalità multiplayer, d’altronde sterminare zombie in compagnia, come è risaputo da tutti, è più divertente (come ci ha insegnato Left 4 Dead)! Le vaste aree di gioco, con una varietà di ambienti esplorabili liberamente (anche se non si tratta di un free roaming totale), sono l’ideale per battaglie frenetiche fra i giocatori. A questo proposito, gli stessi sviluppatori, pur non sbottonandosi troppo, hanno rivelato che il comparto multigiocatore sarà l’elemento chiave che permetterà a Dead Island 2 di distinguersi fra la mole enorme di giochi di zombie esistenti (una parte dei quali piuttosto inutili, ammettiamolo senza problemi): fino a 8 giocatori potranno sfidarsi in partite PvP o collaborare nel proseguimento dell’avventura. Pare comunque che il gioco in singolo non verrà affatto trascurato, ma che anzi le due modalità si integreranno fra loro. Staremo a vedere come.

Aspettiamo di saperne di più per esprimere pareri più articolati: certo è che un altro gioco con i non morti come protagonisti deve essere curato forse più di altri per poter trovare un posto stabile nel mercato e nelle piattaforme degli utenti.

Luscita di Dead Island 2 è prevista per la primavera 2015 su PC, PS4 e Xbox ONE.

Primo impatto
 

Come dicevamo sopra, se il trailer mostra la direzione che il gioco prenderà, potremo aspettarci novità rispetto al predecessore. Assisteremo al passaggio dalla cupa disperazione di Dead Island a una violenta ironia “caciarona” con Dead Island 2?. Noi intanto aspettiamo al traguardo.

Aspetti positivi

- La componente multiplayer
- Un parziale rinnovamento del franchise, da ciò che sappiamo finora

Dubbi e perplessità

- Graficamente non brillante
- Lo sviluppo è ancora in corso, quindi molto potrebbe essere smentito dalla versione finale

Be the first to comment!
 
Leave a reply »

 

You must log in to post a comment