Consigliato
26 visite 0 commenti

Death Parade Episodio 4 SimulTalk

Death Arcade

il 3 febbraio 2015 (12:45) di @lighting_cloud
 

Arriva lappuntamento di lunedì alle 18 su VVVVID.it con il quarto episodio di Death Parade e arriva il terzo episodio di fila a lasciarmi completamente spiazzato. Ne ho ipotizzate tante, finora, ma mai avrei ipotizzato un episodio debole. E il quarto episodio, tocca dirlo, è debole.

Death Parade 04-1

Ancora più in medias res dei precedenti, tipo che se continua così, il decimo episodio inizia a gioco finito e poi è tutto un lungo flashback, Death Arcade inizia con i nuovi protagonisti che già cercano delle vie duscita dal Quindecim, incapaci di accettare la situazione, allesatto opposto dei due ragazzi dellepisodio precedente. Stavolta pare che la presentatrice televisiva Misaki e lotaku Yosuke posseggano ancora buona parte dei ricordi della propria, tranne ovviamente il momento della morte. Misaki si convince di essere allinterno di una candid camera, in quellegocentrismo un po stereotipato della starlette, e con il suo carisma di persona famosa convince Yosuke a stare al gioco, convinta che niente di strano succederà, e anzi convenga a tutti e tue cercare di tirare un po le fila di questa supposta trasmissione.

Il gioco estratto nella roulette è qualcosa che in Italia solo la Generazione X, arrivati nel 2015, ricorda, mentre in Giappone è qualcosa che si trova anche nelle piste delle discoteche: un cabinato da sala giochi. Con un picchiaduro tutto particolare, visto che ogni giocatore ha un solo personaggio -se stesso- a disposizione, dalle regole classiche: al meglio delle tre.

Death Parade 04-2

Inizia così la sfida tra Misaki e Yosuke, che da buon otaku è decisamente avvantaggiato e vince con facilità il primo round. Scopriamo quindi che qualche ricordo era rimasto sopito e dopo un forte mal di testa Misaki ricorda alcune parti oscure della propria vita: il sesso con il primo arrivato, il matrimonio combinato, la gravidanza e la violenza familiare, il lavoro da accompagnatrice, le nuove violenze la donna sembra in qualche modo ignorare questi ricordi, come li volesse di nuovo dimenticare, e si concentra nuovamente sulla candid camera convincendo Yosuke a perdere il secondo round. Intando Decim tira fuori un “dispositivo utile per il verdetto”, suscitando la curiosità di Kuro (e la nostra).

Il suo utilizzo è presto detto: mentre sembra che Yosuke non voglia rispettare i patti con Misaki, Decim interviene facendo saltare la sfera dellarcade stick del ragazzo rendendogli impossibile giocare. Misaki vince e stavolta è Yosuke che ricorda: la madre ingrata, i litigi familiari, il divorzio, la nuova moglie del padre, la reclusione volontaria è evidente che oltre alla propria morte, i due hanno perso anche alcuni tra i ricordi più oscuri e posso scommettere sul fatto che hanno a che fare con la loro morte.

Death parade 04-3

Siamo arrivati allo spareggio, Misaki sembra aver convinto Yosuke a lasciarla vincere. Il ragazzo però ha capito di non trovarsi in una candid camera, tesi confermata dalle parole di Decim. I manichini fanno finalmente il proprio dovere riaffiorando alla mente di Misaki e convincendola di stare effettivamente mettendo la propria vita in palio in un gioco che è consapevole di non poter vincere, vista la differenza di abilità.

Così, quando Decim interviene di nuovo, stavolta sullarcade stick della donna, qualcosa nella sua testa scatta: è un attimo e Misaki si avventa su Yosuke, inizia a sbattere la testa del ragazzo contro il vetro del cabinato. La violenza improvvisa colpisce Kuro, insoddisfatta, convinta che lo scatto dira di Misaki non sia genuino e che Decim abbia tirato troppo la corda. Misaki, resasi conto di quanto fatto, cerca di convincere il barman ad aiutare il ragazzo. Sono parole al vento: il gioco deve finire, la questione è della massima priorità, anche se è rimasto un solo giocatore.

Death Parade 04-5

E Decim stringe il pugno.

Onestamente? Da qui in poi Misaki e Yosuke possiamo anche lasciarli stare, diventano a tutti gli effetti delle comparse e questo finale di puntata ci rivela la vera essenza di Death Arcade. È stata lunga, forse più del necessario, ma ci siamo arrivati.

Se nel terzo episodio i due ragazzi erano stati completi protagonisti, stavolta il regista vuole mostrarci qualcosa di nuovo: Decim che prova emozioni; Decim che deve farsi forza per tenere la facciata di giudice stoico; Decim che sembra aver paura delle reazioni di Misaki ormai sullorlo del collasso nervoso; che stringe in un abbraccio la presentatrice e lotaku distrutti dallevidenza che la loro vita è ormai finita; Decim comunque ineluttabile, con liride a croce pronta a cogliere i cedimenti dellanimo altrui, giudicare e, infine, assegnare lanima di ognuno al proprio destino. E, nel post credit, Decim che combatte con la propria coscienza per scendere a patti con quello che ha fatto, che in qualche modo è sempre costretto a fare, alle persone che il fato destina al Quindecim.

Death Parade 04-5

RedditPocketPrint


Commento finale
 

Ok, vi ho teso un tranello: questo quarto episodio di Death Parade non è affatto debole. È vero, da una parte, che la storia in sé non è particolarmente interessante se non per le reazioni estreme di Misaki e Yosuke, che del resto sono solo dei personaggi passeggeri e lasciano il tempo che trovano. La forza di questo episodio sta nei dettagli: lo sguardo di Decim, la sua mano stretta a pugno, lo stupore di fronte alle reazioni dei giocatori, l'inaspettata prova di empatia nel momento in cui l'animo di entrambi si spezza di fronte all'ineluttabilità della morte. Un episodio a suo modo dietro le quinte, nel senso che apre una finestra sul carattere del nostro giudice, evidentemente non il pezzo di ghiaccio che ci avevano fatto credere ma dotato di sentimenti, di una coscienza, consapevole che quello che fa possa essere in qualche modo ritenuto troppo estremo. Stupisce quindi l'apparente cecità di Kuro di fronte a questa sofferenza interiore, concentrata com'è nell'analizzare i due clienti del Quindecim. È evidente che non siamo noi i soli ad avere ancora molto da imparare.

Genere
 
Redazione
Il voto di G969