Consigliato
52 visite 0 commenti

Death Parade Episodio 5 SimulTalk

Death March

il 10 febbraio 2015 (10:54) di @lighting_cloud
 

Come previsto la settimana scorsa dallanteprima di fine episodio, questa quinta parte di Death Parade porta con sé tantissime novità e approfondimenti sul mondo di Decim e Kuro. Sono talmente tanti che, davvero, non so da dove iniziare.

Lasciamoci per ultima la nostra donna dai lunghi capelli neri (vorrei al più presto un suo photobook, artbook, qualcosa, un poster, un dakimakura, qualsiasi cosa) con le novità succose e lasciamo da parte completamente la trama dellepisodio, che bene o male può essere riassunta in: Decim viene sottoposto a una prova, fallisce miseramente e viene nuovamente rimproverato da Nona.

01_1

Un po scarno come riassunto, forse, ma grossomodo a livelli di trama dellepisodio siamo messi così. Ovviamente, anche in relazione al fatto che, nel frattempo, incontriamo nuovi personaggi, vediamo nuovi ambienti, scopriamo interessanti dettagli su questo limbo in cui si muovono i nostri protagonisti.

Abbiamo Oculus locchio che si definisce luomo più vicino a un dio e che gioca a biliardo su un bellissimo tavolo con Nona, Oculus, che sembra un po il capo della baracca e che ci rivela che Dio non cè più. E abbiamo la misteriosa Castra accampamento o castello, in latino che, seduta sul suo trono in una stanza grondante di gocce di sangue, immagino si occupi di smistare le anime che non devono passare attraverso il giudizio.

Infine, direi quasi soprattutto, abbiamo Ginti, un nuovo barista, un altro giudice che sembra essere amico di Decim in una maniera un po tsundere. È lui quello che potremmo chiamare il protagonista dellepisodio, che porta con sé scottanti rivelazioni su lo vediamo tra un momento.

Intanto, se andiamo ad analizzare un po quello che vediamo durante lepisodio, troviamo conferme e importanti novità: lOltremondo (chiamarlo limbo fa troppo Dante) è decisamente vasto, forse più di quanto avremmo immaginato finora. Nona, parlando con Oculus, fa cenno agli altri responsabili delle torri, lasciando a intendere intanto che ci siano altre strutture simili a quella che comprende lascensore di Clavis, il Quindecim e la casa di Nona stessa. Non sappiamo quante siano queste torri per qualche motivo io sono convinto siano almeno dieci, chissà come mai o a quale cultura facciano riferimento, soprattutto non conosciamo ancora la loro funzione. Posso solo supporre che ogni torre faccia capo a un dipartimento (Castra parla di un dipartimento informazioni, diverso -ammettendo la struttura in dipartimenti simile a quella di un ministero da quello a cui appartiene lei stessa) con un suo dirigente e un suo personale, soprattutto con un suo scopo come può essere la produzione dei ricordi da inviare di volta in volta ai giudici, a cui fa invece cenno Decim. A capo di tutto potrebbe esserci proprio Oculus, il più vicino a dio che sostituisce il dio che non cè più e si occupa di assumere (creare?) nuovo personale. Con delle possibilità limitate, comunque, date le lamentele di Castra.

03_1

Personale che, oltretutto, non rimane immutato, ma cambia: Decim è giudice da appena cinque anni, Nona è responsabile da ottantadue e a sua volta è stata giudice. Se mi concedete una piccola elucubrazione posso arrivare a supporre, allora, che Decim sarà colui che la sostituirà quando per chissà quale motivo dovrà ritirarsi dalla sua posizione. E se i nomi sono collegati in questa maniera quasi banale, a cosa fa riferimento quello di Ginti? Qualcuno sa aiutarmi?

Tornando proprio a Ginti, dicevamo delle sue scottanti rivelazioni che gli fanno vincere la mia personalissima coroncina di personaggio chiave dellepisodio. Rivelazioni su Kuro, principalmente, che in qualche modo è un po la reginetta indiscussa di Death March: lavevamo vista addormentata, bellissima, allinizio dellepisodio, e il regista ci aveva regalato uno sguardo sul suo sogno. Avevamo già intuito che non fosse un normale abitante dellOltremondo e il sogno è una prima conferma, così come il vestito che sembra un abito da pattinaggio (si intravede anche nella opening). Ma se non è un giudice e non è un amministratore, se il suo ruolo è semplicemente quello di stare accanto a Decim da dove viene? Semplicemente per modo di dire, anche se un po lo avevo intuito, davvero -, Kuro è un essere umano, unaltra anima arrivata al Decim, con la differenza che allarrivo già si ricordava della propria morte e Decim non ha potuto giudicarla, non riuscendo a farla partecipare al gioco. Coloro che “le hanno tolto i ricordi” sono evidentemente Oculus e Nona, che hanno concesso dellaltro tempo a Decim per osservare la ragazza.

04_1

A dispetto delle insistenze di Ginti, non credo sia per giudicarla, visto che il secondo episodio ci aveva lasciato con la sensazione che Kuro fosse lì per un motivo più grande del semplice giudizio. Di nuovo non possiamo fare altro che supposizioni: sarà lei, ritenuta idonea allincarnazione dallo stesso Decim, a prendere il suo posto quando a sua volta il barman andrà a sostituire Nona? È solo unipotesi tra le tante, sicuramente non la più probabile altrimenti non penso varrebbe la pena parlarne tanto a lungo. Tra laltro, mi sembra evidente che Decim provi un particolare attaccamento verso Kuro, tanto da fargli (mi pare) perdere la pazienza durante il “combattimento” con Ginti, come evidenziato da Ginti stesso sei cambiato, gli dice e da Nona nel momento della ramanzina. Ma questo attaccamento da cosa deriverà? È solo il sentimento di un giudice verso il caso che non riesce a sbrogliare o nello sguardo che Decim posa sulla bella addormentata è nascosto un dramma alla Romeo e Giulietta?

Gli indizi sono davvero tanti, ma manca una chiave che li colleghi per bene. Che sia nascosta tra i sogni di Kuro e il libro lo stesso del secondo episodio di Nona?


RedditPocketPrint


Commento finale
 

L'altra volta avevo parlato di episodio di approfondimento, qui parlo di episodio di soffocamento e sicuramente, nonostante tutto quello che ho scritto, l'impressione è di non aver visto che la punta dell'iceberg: davvero troppe le informazioni che ci vengono sbattute in faccia senza troppi convenevoli e senza nemmeno lasciarci il tempo di prendere fiato e mettere in ordine le idee, minuscoli pezzi di un puzzle immenso e del quale per ora non abbiamo nemmeno completato i bordi. La sensazione che rimane sta a metà tra l'euforia e la confusione, o forse è proprio quell'essere ebbri di informazioni al punto da volerne altre anche se in realtà non siamo capaci di assorbire nemmeno un'altra goccia.
Temo, tuttavia, che dodici episodi non saranno sufficienti a cuocere bene tutta la carne al fuoco: già solo la situazione di Kuro e Decim meriterebbe -e onestamente la direzione spero sia questa- una serie a sé stante, sviluppare bene l'universo in cui si muove tutto quanto ne richiederebbe forse una da stagione doppia. E nel prossimo episodio si cambia bar: niente Kuro e Decim? La direzione non è quella che speravo? Guardate che piango!
A lunedì prossimo, su VVVVID.it!

Genere
 
Redazione
Il voto di G969