0 commenti

Games on the Road LBP Vita, piccoli Sackboy crescono

il 3 maggio 2015 (19:18) di
 

Traguardo dei dieci appuntamenti per Games on the road, una serie di consigli per gli acquisti per tutti i giocatori che, come il sottoscritto e lintera redazione di Games969, adorano videogiocare in movimento, che sia in tram, durante un viaggio in treno, in metropolitana o in fila allo sportello di un qualche ufficio.

Alternando le due console portatili che si spartiscono il mercato, ovvero Nintendo 3DS e Sony PSVita, vi proporrò una veloce analisi di titoli dimenticati troppo in fretta, sottovalutati, o semplicemente usciti dai radar, che oggi, a distanza di qualche tempo, meritano un po dei vostri soldi e del vostro tempo.

Tra le icone più amate ed immediatamente riconoscibili della scorsa generazione di console, Sackboy ha segnato una svolta nel modo di intendere i platform game e Sony, saggiamente, ha cavalcato londa, promuovendo a spron battuto il mantra “play, create, share”, anche su PsVita, con LittleBig Planet Vita.

Giocare con la creatività

Il brand LittleBig Planet non ha bisogno di presentazioni: giunto al terzo episodio della serie regolare, con due sortite portatili prima per PlaystationPortable e poi per PSVita, ha accompagnato lutenza più giovane e creativa di Sony durante lintero ciclo vitale di Playstation 3, proponendosi come una delle nuove IP più brillanti e user friendly dellintera generazione di console.

La mossa vincente della grande S non è stata solamente quella di creare unicona e, contemporaneamente, un buon (ma non eccezionale) platform game, quanto piuttosto quella di dotare il prodotto di uno degli editor meglio sviluppati che si siano mai visti su console, permettendo così agli utenti di creare da loro livelli non tropo dissimili da quelli pensati dal team di sviluppo, per poi condividerli in rete con tutto il mondo.

LittleBigPlanet Vita (5)

Questa mossa ha ampliato la community del titolo a dismisura, con il secondo capitolo che è stato giocato e frequentato da milioni di utenti fino a pochi mesi fa, nonostante il lancio fosse datato 2011, e ha offerto i classici quindici minuti di celebrità a tutti coloro che si sentono dei game designer in erba.

Basti pensare che una selezione dei livelli migliori tra quelli creati dagli utenti che ha ricevuto anche premi e attestazioni da Media Molecule, autori dei titoli.

Nel caso delliterazione PSVita, poi, le capacità hardware del device portatile di Sony hanno permesso di confezionare uno dei migliori esponenti del franchise.

Tutto in punta di dita

Con due schermi tattili, di cui quello frontale di una bellezza e definizione sconvolgenti, PlaystationVita sembrava la console perfetta per ospitare le avventure di Sackboy e compagnia, e fortunatamente Double 11, che si è occupata della versione portatile, non solo è riuscita a mantenere tutto lo charme e la leggerezza delle dinamiche di gioco, ma ha creato uninterfaccia estremamente intuitiva per i giocatori, sia durante le fasi di gioco sia durante quella di creazione.

LittleBigPlanet Vita (8)

La selezione degli adesivi e degli oggetti che tornano utili allavanzamento durante i livelli della campagna avviene in maniera veloce e naturale, in punta di dita, selezionandoli con lindice sul touch screen e portandoli dove serve; la funzione di pinch, resa quotidiana dagli smartphone, aiuta a rimpicciolire o ingrandire ogni oggetto, e se servisse aiuto, un movimento del dito sul lato destro dello schermo richiamerebbe il Popit, aiutante virtuale che conduce anche i meno esperti per mano.

Stesso trattamento è stato riservato alla fotocamera integrata, grazie alla quale catturare oggetti della vita reale (da un cucchiaio fino ad una ciabatta, passando per il micio di casa) e importarli dentro i livelli di gioco in un istante, cosicché ci aiutino a superare determinati passaggi o a creare adesivi inediti da utilizzare anche nelleditor, che, nemmeno a dirlo, guadagna ulteriormente in semplicità duso e completezza rispetto ai precedenti episodi.

LittleBigPlanet Vita (9)

Una volta creato il proprio stage si potranno deciderne tutti i parametri, dal numero massimo di giocatori alla presenza di un timer, di modo che ci si possa sbizzarrire tanto nella creazione di quadri accessibili quanto in qualcosa di particolarmente complicato, così da offrire qualcosa di diverso rispetto alla campagna single player, il cui livello di difficoltà è davvero alla portata di tutti.

Col senno di poi, LittleBig Planet Vita rimane, anche a quasi tre anni dalluscita, uno dei giochi che maggiormente hanno sfruttato le caratteristiche peculiari della sottovalutata macchina Sony, il che la dice lunga sulle opportunità sprecate dal colosso nipponico, che si è anche concesso una riedizione, pubblicata poche settimane fa, a tema Marvel, che poco cambia rispetto a quanto già visto in precedenza.

Una piccola gemma audiovisiva

Il versante tecnico non lascia adito a dubbi o critiche, proponendo una versione difficilmente distinguibile dal secondo episodio visto su console casalinga, che non potrà non soddisfare i fan del brand, complici anche la brillantezza dello schermo della console ospite e la quasi uguaglianza tra i livelli principali inclusi nel gioco e quelli creati dagli utenti.

LittleBigPlanet Vita (3)

Longevità virtualmente infinita, grazie al suddetto editor, e una serie di motivetti divertentissimi fanno da corollario ad un set di animazioni fluide e sempre sul pezzo, che contribuiscono ad umanizzare la mascotte Sony e a stupire piacevolmente locchio del giocatore.

Lunica stonatura è rappresentata dal framerate, che singhiozza nelle situazioni più complesse, quando tra fili, adesivi e nemici lo schermo tende a farsi affollato: poco male, comunque, perché i ritmi di LittleBig Planet Vita non sono certi dei più forsennati.

https://


Iscriviti al canale di G969:

Concludendo...

Little Big Planet Vita è uno dei platform più creativi, rilassanti e meglio realizzati tra quelli disponibili per la console portatile Sony, che oggi, a poco meno di tre anni dal lancio sul mercato, continua a fare un figurone accanto a prodotti più recenti e a svettare anzi sulla concorrenza grazie ad un editor potente e di facile utilizzo. Considerato anche il prezzo doccasione a cui lo si può reperire (sia in versione fisica sia in digitale), non posso che consigliarlo a tutti gli amanti dei giochi a piattaforme. E poi, è pieno di Sackboy.


FacebookRedditPocketPrint